Viaggi


Take a walk through Milan and discover all of the city’s new wonders

2015 is finally here and the Universal Exposition is about to totally revolutionize Milan - six months of international events, debates, openings and congresses in a city which is constantly evolving. So get ready to explore Milan with this extraordinary guide, which will take you from the centre to the suburbs and show you the city as you’ve never seen it before: looking to the future, but with roots that go deep into its history. Besides the traditional walks, you’ll discover the neighborhoods that are reaching for the sky, the new flavors which blend tradition and international cuisine, and the galleries, museums and parks of a city of fashion, contemporary art and...

Milan as you’ve never seen it before!

Just a few of the 101 experiences:


• Lose yourself among the twists, turns and legends of the most beautiful gothic cathedral in the world
• Find yourself suddenly in front of a flock of pink flamingoes
• Enjoy the quiet of the quadrilateral of silence
• Fool around on Monte Stella
• Count the columns of San Lorenzo Maggiore
• Play at wireless telephone in piazza Mercanti
• Understand what the Da Vinci Code really is at the Ambrosiana
• Visit Milan’s open-air art nouveau museum in Porta Venezia

Friuli, una regione tutta da scoprire

Feste popolari laiche e religiose, piccole e grandi storie quotidiane, leggende, curiosità, misteri di luoghi e castelli, sono raccolti in queste pagine, che attraversano venti e più secoli di storia del Friuli, regione sospesa tra l’Adriatico e i Carpazi, tra la Repubblica di Venezia e l’impero austroungarico.
Racconti e storie di principi e di contadini, di animali e simboli magici che costituiscono il patrimonio di fantasie remote ma sempre attuali, tramandate di generazione in generazione, dono antico dell’immaginazione collettiva.
Passaggi di genti ed eserciti mercenari su queste terre hanno lasciato tracce indelebili nella vita dei borghi e delle città, negli usi e nei costumi, dando origine...

Milano, una città tutta da scoprire

Molti la considerano la vera capitale della penisola, l’unica grande metropoli d’Italia in grado di competere con le altre capitali europee. Questa immagine di efficienza, attivismo e modernità non oscura spesso quella della Milano “storica”, alla quale i suoi abitanti sono legati e alla quale guardano gli itinerari artistici, culturali, enogastronomici. Dal centro alla periferia, dalla Milano pulsante della cerchia dei Navigli, delle Porte di un tempo, dei bei viali alberati e delle strade eleganti, alle zone industriali e ai nuovi insediamenti abitativi che si sviluppano in ogni direzione, è possibile tessere una trama fatta di arte e costume, chiese e palazzi, parchi e musei, piazze e castelli,...

Roma, una città tutta da scoprire

Affrontare una visita di Roma cercando di coglierne tutti gli aspetti, quelli più visibili e tradizionali e quelli più segreti e particolari, non è affatto facile. Questa guida, concepita come una sorta di manuale enciclopedico articolato alfabeticamente, è uno strumento di consultazione efficace e completo che vuol soddisfare tutte le curiosità del lettore, dalla A alla Z, con centinaia di voci. Si va dalla Roma archeologica a quella medievale, rinascimentale, barocca, fino alla moderna e contemporanea; un viaggio appassionante tra le meraviglie della città di ieri e di oggi, che attraversa vie e piazze, colli e ville, e coinvolge tutti i grandi protagonisti di un tempo: papi e imperatori, scrittori e...

Torino, una città tutta da scoprire

Le curiosità, gli aspetti insoliti, i segreti di certi monumenti, gli alberghi più celebri nelle varie epoche, i caffè e i ristoranti, i fantasmi, i sotterranei, le lapidi, i “maghi”, gli incendi che l’hanno danneggiata, i diavoli, le spie, le carceri: queste e tante altre tessere compongono il mosaico di Torino, “città magica” per eccellenza, che ha affascinato celebri visitatori stranieri come Erasmo da Rotterdam, Gogol’, Tolstoj, Nietzsche, e che viene raccontata dalla A alla Z in questa preziosissima guida. Una sorta di manuale enciclopedico che soddisfa alfabeticamente ogni attesa del lettore: dagli extraterrestri alle infinite curiosità gastronomiche, dal luogo in cui si trova la spada di...

Un’ampia selezione di dipinti realizzati tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. Uno spaccato vivo e realistico delle consuetudini del popolo napoletano, colto nei suoi momenti e aspetti più diversi.

Questo volume offre un’ampia selezione di dipinti napoletani realizzati tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, che documentano molti aspetti della situazione ambientale anteriore all’attuazione del piano di Risanamento. Le opere, in gran parte presenti in collezioni private e ritrovate grazie a una lunga indagine condotta dall’autore offrono uno spaccato vivo e realistico delle consuetudini del popolo napoletano, colto nei suoi momenti e aspetti più diversi: artigiani nei vicoli, venditori al mercato, pescatori...

Le radici della cultura contadina, le rivolte, il dramma dell’emigrazione e la nascita dell’identità di una regione

Scrivere una storia regionale significa trovare nelle pieghe della memoria gli strumenti utili a comprendere i meccanismi che danno forma alle diverse anime di una nazione. Protagonista di questa avventura, nella Storia del Friuli di Maniacco, è il contadino, figura emblematica della terra friulana. Da qui vengono presi in considerazione quegli aspetti della vita materiale senza i quali lo sviluppo della società non sarebbe stato possibile: gli strumenti di lavoro, la struttura dei campi, l’alimentazione, ma anche le grandi costruzioni ideologiche e culturali, gli incontri-scontri con le classi dirigenti, le grandi...

Enigmi, furti, crimini, sangue e suspence: un viaggio nel corso del tempo attraverso il volto nascosto della città

È una Bologna ricca di misteri, molti svelati e alcuni ancora insoluti, quella che ci invita a percorrere le sue strade, i suoi vicoli e le sue piazze. Vie e località che si offrono come testimoni di drammi privati e di crimini efferati. Un viaggio nel tempo attraverso l’aspetto meno conosciuto della città, che fa capolino da un angolo dimenticato o dietro l’ombra di una colonna. Fra tragedie della normalità, misteriose sparizioni, suicidi e delitti passionali, occupano un posto privilegiato i furti rocamboleschi e le aggressioni sanguinose che si rincorrono lungo le pagine di questo libro; stemperano l’atmosfera...

L’espressione più genuina della saggezza popolare, dove sono annotati fatti, costumi, esperienze, personaggi e leggende

Se la cultura è capacità di ricordare, di non dimenticare, di rendere durevole nel tempo ciò che è caduco nella parola, di far rivivere il passato evocandolo e descrivendolo con amore, questa è dunque la funzione che spetta a questa raccolta di proverbi e di antichi detti di Roma, tramandati di bocca in bocca sino a oggi. Detti e proverbi che, strappati a una tradizione orale che va ormai scomparendo e raccolti in volume, assumono tutta l’importanza di un diario popolare, nel quale una mano invisibile è venuta annotando fatti, costumi, esperienze, incontri, personaggi e leggende di una città che da venti secoli è...

Storia della Città Eterna dal 1528 ai giorni nostri

Dal 1528, anno successivo al saccheggio dei Lanzichenecchi, alla Controriforma, dai fasti dell’età barocca alla Rivoluzione francese, dalla Restaurazione a Roma capitale, dalla Roma di Mussolini al boom economico degli anni Sessanta, dal terrorismo fino alle vicende più recenti, come il Giubileo del 2000, l’investitura di papa Francesco e l’elezione a sindaco di Ignazio Marino, scorrono in queste pagine cinquecento anni di fatti ed eventi della città eterna. Tra battaglie, avvenimenti religiosi, lotte per il potere, trasformazioni urbanistiche, monumenti, feste di corte, leggende e usi popolari, personaggi politici, gli autori intrecciano con rigore e chiarezza narrativa la grande...

Storia della città eterna dalle origini alla crisi dell'Impero

Non intendo accettare né respingere le leggende correnti sull'età anteriore alla fondazione di Roma oppure sulla stessa fondazione, perché sono favole poetiche piuttosto che testimonianze sicure sui fatti avvenuti. Concediamo volentieri agli antichi l’usanza di rendere più nobili le origini della città, mescolando i fatti degli uomini con quelli degli dèi. E se mai un popolo ha avuto diritto a rendere sacre le proprie origini e a legarle alle divinità, questo è il popolo romano». Con queste parole Tito Livio dimostra il suo spirito critico e al tempo stesso non mette in discussione le “favole poetiche degli antichi”, comunque necessarie per recuperare l’identità romana nella...

Dalle moriture sponde del Tevere ai Prati di Castello, dal ghetto all'epicentro del Campidoglio, dall'Aventino al Celio, un viaggio visivo tra chiese, torri e palazzi destinati presto a essere trasfigurati e sfigurati dai restauri

L’itinerario roesleriano della «Roma sparita» è quasi obbligato. Di conseguenza anche il raggruppamento degli acquarelli; l’importanza e la mole delle “riprese” risulta infatti condizionata dai punti nevralgici dell’intervento urbanistico. Perciò si ritrovano in prima fila le moriture sponde del Tevere, un fiume così generoso nell’offerta di soggetti affascinanti tra l’Isola Tiberina, il Porto di Ripetta e i ponti. Seguono i Prati di Castello, una sorta di “bosco viennese” affacciato sul fiume, che la memoria...

Attraverso le vicende di re e santi, briganti astuti e valorosi condottieri, donne affascinanti e scaltri contadini rivive il patrimonio di memorie di una cultura millenaria.

«Se i re hanno lasciato la loro storia nei palazzi e nel diritto, i popolani l’hanno segnata nella leggenda, nei culti, nei canti», ha scritto lo storico Giuseppe Cucchiara. Questo volume raccoglie ciò che di più bello la tradizione e la fantasia popolare siciliane hanno creato e tramandato per secoli, fino a formare un patrimonio ricchissimo, con personaggi allegri o tragici, nobili o popolani. E così re e briganti, condottieri famosi e astuti contadini, affascinanti figure di donne innamorate e austeri eremiti sfilano su un palcoscenico che ha per scenario la...

Cento ritratti di protagonisti che hanno fatto la storia del capoluogo piemontese, da Emanuele Filiberto a Rita Levi Montalcini.

Studiare e conoscere Torino attraverso le vicende dei personaggi che hanno contribuito a farla “grande”: ecco il vero scopo di questo libro. Da Emanuele Filiberto a Rita Levi Montalcini, dagli studiosi dell’Accademia delle Scienze alle avanguardie culturali e politiche del Novecento, i cento protagonisti qui ritratti hanno permesso, con modalità molto diverse tra loro, che Torino assumesse il ruolo di “guida” che ha avuto. Sono tutti tasselli di quel grande mosaico che è la storia di una città dalle mille facce, diverse ma complementari. Una storia ricostruita in breve nelle introduzioni alle singole parti di...

Un percorso fatto di storia, cronaca, leggende, per conoscere il lato nascosto di una città dai mille volti

Milano, si sa, ha mille volti, molti dei quali spesso rimangono invisibili, nascosti tra le pieghe di una realtà poliedrica e votata al dinamismo. La scelta di svelare alcuni dei suoi aspetti più segreti nasce dal desiderio di creare un percorso diverso per rapportarsi a questa città. Un percorso lungo l’arco dei secoli alla ricerca delle sue radici storiche e leggendarie, ma anche fisico, reale, fatto di vie, monumenti, palazzi e persone. Curando la rubrica omonima apparsa per anni sulle pagine on line del «Corriere della Sera», gli autori hanno avuto la possibilità di entrare in contatto con decine di persone, dai cui racconti è...

101 luoghi per combattere la fatica e la noia della vita quotidiana 

Bologna “la grassa”, Bologna “la dotta”, Bologna “la città dei portici”: che bella Bologna!
Ma c’è anche la Bologna caotica e trafficata e quella del degrado urbano, con le sue zone mal frequentate. È possibile vivere il capoluogo emiliano sottraendosi allo stress che la città ci impone? Sì, basta sapere dove andare e cosa fare. E non parliamo solo di luoghi deputati al relax, come beauty farm, piscine termali o altri posti dove il benessere è “organizzato”, ma anche di iniziative culturali che stuzzicano la curiosità e mettono in moto le nostre idee; scorci o panorami che nella frenesia urbana non ci siamo mai fermati ad ammirare; locali che hanno qualcosa in più, in...

La Toscana è tra le regioni più belle e varie d’Italia: dalla costa degli Etruschi, al Chianti, alla Maremma. Dalle isole nel mar Tirreno ai paesi di montagna, fino alle città d’arte. Quella che avete tra le mani è una vera e propria guida alfabetica, da Abbadia San Salvatore a Volterra, che percorre la storia antica dei vari paesi e dei capoluoghi di provincia sin dalle loro origini, etrusche e romane, passando per i secoli bui delle invasioni barbariche e le lotte dell’epoca medievale. Prosegue con le luci e le ombre del Rinascimento, con le varie signorie che si alternano nei governi dei territori, ma prende in considerazione anche le preziose opere d’arte, architettoniche, pittoriche, le sculture, gli spazi aperti, le istituzioni e le...

Dove sorprendere è un prodotto tipico

C’è chi sostiene che il fascino delle Marche sia soprattutto una questione di paesaggio. Incantevole, multiforme, fatto di dolci colline e di montagne anche aspre, di mare e di vallate verdeggianti, punteggiato di castelli, piccoli borghi, torri, chiese e campanili. Le Marche sono una terra di confine, ricca e rigogliosa, molto ambita e contesa, una terra di fede, meta di pellegrinaggi, una terra lontana, difficile da raggiungere, fuori dalle grandi vie di comunicazione, quindi amata da chi è in cerca di silenzi. Come Sibilla Aleramo, che dei suoi difficili anni a Civitanova parla in uno splendido romanzo, o Maria Anna Bonaparte che da Ancona, invece, voleva solo fuggire.
Le 101 storie qui...

La regione più popolosa d’Italia, la più ricca, quella con più province: la Lombardia è un mondo al centro del mondo. Difficile trovare altrove una simile varietà di paesaggi naturali e umani: si spazia dalle vette innevate dello Stelvio all’operosa ruralità del Po, passando per i celebri laghi e arrivando aMilano, metropoli vivace e instancabile. E poi c’è la Lombardia più nascosta, quella degli scorci suggestivi e dei paesini custodi del folklore più autentico. Preistoria e avanguardia, agricoltura e industria, arte e tradizioni popolari, letteratura e sport. In Lombardia tutto è a portata di mano e tutto può facilmente trasformarsi in esperienza. Questo libro di esperienze ne propone ben 101, per consentire al lettore di osservare sotto...

Mare, pianura, collina, montagna, laghi, fiumi, lagune: il Veneto, come poche altre regioni, offre una varietà geografica straordinaria. Mentre in maggio nelle spiagge jesolane si può già prendere il sole, fare il bagno e la sera sorseggiare uno spritz sulla terrazza di qualche storico locale, nelle province montane le vette sono ancora innevate. Una ricchezza territoriale che si riflette negli usi e nei costumi locali. Così, provincia dopo provincia, percorrendo questo libro sarete catapultati tra i mille sapori, le leggende, le bellezze naturali, l’arte e il folklore di una regione piena di sorprese inaspettate. Per un viaggio insolito alla scoperta della cucina tipica, dei vini, delle feste, dei musei e perfino dei misteri. Dal...

Storie inedite, novelle e magie nella voce scanzonata e ironica del folklore di una terra di millenarie tradizioni

La Toscana, più di ogni altra regione d’Italia, vanta numerose raccolte di testi narrativi popolari, per lo più reperiti e pubblicati nell’Ottocento: dal Gradi al De Gubernatis, dal Comparetti al Prato al Papanti, dall’Imbrianti al Narucci, dal Pitré al Nieri. Poche invece, e non cospicue – anche se filologicamente più corrette – sono le raccolte del Novecento, fra cui primeggia la raccolta garfagnina dello svizzero Fausch. Ma questa carenza di materiali relativa ai giorni nostri non significa che si è persa la tradizione toscana della narrazione popolare, e la presente antologia di testi, tratti da una raccolta di un...

Un affascinante percorso attraverso i miti, i ricordi, i misteri, di una città dove chiese, piazze, strade hanno una storia leggendaria e fantastica che la memoria collettiva deve tramandare

Esistono luoghi il cui solo nome evoca intense suggestioni: uno di questi è la città di Roma. Metropoli straordinaria e inclassificabile, Roma, quando si “racconta”, diventa una realtà immaginaria, piena di indecifrabili meraviglie, che diventano in questo libro favole bizzarre. Il rapporto esemplare con Roma e le sue leggende è quello del pellegrinaggio: si percorrono le sue strade, nel frastuono del traffico, con la speranza segreta di una possibile redenzione. Questo libro propone un viaggio nel cuore della città e del suo passato, dove sono...

Una fitta rete di enigmi, personaggi inquietanti, episodi inspiegabili

La storia del Piemonte è intrisa di misteri e vicende in cui il vero e il falso, la realtà oggettiva e quella fantasticata convivono a stretto contatto, si mescolano e, talvolta, si alimentano a vicenda. In questo libro il lettore avrà modo di conoscere molti di questi misteri: un patrimonio di storie, leggende, voci popolari, miti antichi e metropolitani. Un variopinto arazzo che si sovrappone al tessuto della storia, seppellendolo in qualche caso sotto una coltre di credenze. Un viaggio che dal lontano passato arriva al presente, toccando vicende e fatti strani di ogni genere, alcuni più noti, altri proposti qui per la prima volta. Tante storie per conoscere il...

Dalla banda Di Bella a Graziano Mesina, dalla rivolta dei feudatari sardi al sequestro Melis: trecento anni di omicidi, brigantaggio e rapimenti nell’isola più misteriosa del Mediterraneo
Prefazione di Manlio Brigaglia


Un viaggio lungo trecento anni nella storia criminale della Sardegna, ripercorso con meticolosità tra editti, “pregoni”, atti giudiziari e rapporti delle forze dell’ordine. Dal banditismo del periodo spagnolo ai provvedimenti di polizia imposti dai regnanti sabaudi, il brigantaggio sardo si presenta come una risposta alle precarie condizioni economiche in cui versa l’isola e dà corpo ai sogni irredentisti della popolazione. Un percorso doloroso scandito da tappe memorabili: l’ammutinamento della Gallura e la “Notte di...

Chi erano veramente i Nuragici, come riuscirono a costruire le loro torri di pietra e qual era la vera funzione di questi misteriosi megaliti? E chi erano gli Shardana, il mitico popolo del mare i cui guerrieri furono scelti come guardia personale dal faraone Ramses II? Chi ha costruito una ziqqurat in Sardegna e come si spiega la presenza di un nuraghe in Israele? E ancora, che cosa simboleggiano i quattro mori sulla bandiera sarda? Quale segreto custodiva Eleonora, la giudicessa d’Arborea? Qual è la verità sulla morte – o presunta tale – del Muto di Gallura? Tanti sono gli interrogativi ancora aperti nella storia della Sardegna, sia del passato sia della cronaca contemporanea: le zone grigie dei sequestri di persona, gli omicidi...

Una tra le più affascinanti e suggestive testimonianze troppo spesso poco conosciute che la fede dei primi cristiani ha lasciato ai posteri

Autentici tesori della Roma sotterranea, le catacombe sono una testimonianza preziosissima della spiritualità delle prime comunità cristiane. Abbandonato ormai da tempo il falso ma suggestivo luogo comune, privo di fondamento storico, che considerava le catacombe rifugio dei cristiani durante le tragiche persecuzioni imperiali, è interessante capire perché si scelse questa tipologia edilizia per seppellire i defunti. Dalla via più rappresentativa di Roma, la via Appia, gli autori percorrono in senso orario tutte le principali arterie: l’Ardeatina, l’Ostiense, la Portuense, l’Aurelia, la Flaminia, la...

Credenze magiche, antiche feste, superstizioni e riti di una volta nei più significativi scritti etnografici dell’autrice sarda
A cura di Dolores Turchi


Questo volume raccoglie i migliori scritti etnografici di Grazia Deledda, nei quali rivive una civiltà agropastorale ormai scomparsa: la Sardegna di fine Ottocento, che conserva ancora intatto il carattere primitivo di un’antica terra regolata da leggi ferree e da consuetudini millenarie. Rivivono in queste pagine le antiche tradizioni, le credenze magiche, le superstizioni che fanno parte del bagaglio culturale di un popolo ancora lontano dalla tecnologia, i suoi momenti di gioia e di dolore, accompagnati da canti estemporanei che scandivano il tempo della festa e quello del lutto,...