La conquista di Roma

€ 12,90 € 10,32

«Uno dei migliori scrittori di romanzi storici.» Daily Express

70 D.C. Gaio Valerio Verre, un tempo tribuno militare, è in disgrazia. Bandito da Roma, con la minaccia della pena capitale, non gli resta che partire per l’Oriente, dove è in corso la ribellione dei giudei. L’unica speranza di ridare lustro alla sua famiglia, infatti, è legata al suo amico Tito, comandante delle armate in Giudea e figlio del nuovo imperatore, Vespasiano. Ma non appena Valerio raggiunge l’accampamento dei legionari, a ridosso della fortezza di Gerusalemme, si accorge che Tito è un uomo molto diverso da come lo ricordava. Il giovane pieno di ideali si è trasformato in un soldato cinico e spietato, schiacciato dalla responsabilità della missione che suo padre gli ha assegnato: sedare la ribellione a ogni costo. Valerio si ritroverà al centro di una fitta rete di intrighi, ordita dalla regina Berenice di Cilicia, amante di Tito, e dal suo alleato Flavio Giuseppe. Ma non è con i complotti né con la diplomazia che Gerusalemme potrà essere riconquistata. Valerio dovrà decidere se è arrivato il momento di pagare un tributo di sangue.

Un autore tradotto in 12 Paesi

È stato tradito.
È stato esiliato.
Ma non è ancora stato sconfitto.


Hanno scritto di lui:
«Non c’è nessuna certezza, ogni amicizia può nascondere insidie, ogni alleanza può rivelarsi fatale. E tutto questo in una rievocazione storica quanto mai riuscita.»
Historia

«Una storia che cattura. I lettori di Simon Scarrow e di Conn Iggulden lo adoreranno.»
Scotland on Sunday

ISBN: 9788822731753 - Pagine: 432 - Nuova Narrativa Newton n. 1027 - Argomenti: Narrativa - Narrativa storica - Narrativa straniera
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...