Il prigioniero di Cesare

€ 4,99

Un grande romanzo storico

Dall’autore dei bestseller Centurio e Stirpe di eroi


Nel settembre del 46 a.C., Gaio Giulio Cesare attraversa Roma in trionfo: il generale è reduce dalla grande vittoria sui Galli. Tra le file dei suoi soldati, incatenato come una belva, avanza Vercingetorige: l’uomo che unì la Gallia contro Roma è adesso esposto al pubblico ludibrio dei suoi nemici. A trascinare il capo barbaro è il centurione Publio Sestio Baculo, l’uomo che per sei lunghi anni ha avuto il compito di vegliare su questo importante prigioniero affinché giungesse vivo al trionfo di Cesare. Non c’è romano che conosca Vercingetorige quanto Baculo. Attraverso la loro vicinanza forzata nel Carcere Mamertino, questi due nemici hanno creato un rapporto in grado di andare oltre la guerra e le divisioni che essa comporta. Adesso, durante il trionfo, capiscono che tutto ciò che hanno vissuto culmina in quel momento, e che il valore di un’amicizia nata nel fuoco della battaglia può essere più grande di quello della vita stessa.

Tra i migliori narratori della storia romana
Due nemici uniti dall’onore e dalla virtù


«Ottimo romanzo storico, potente come tutti quelli scritti da Massimiliano Colombo, uno scrittore da non perdere di vista.»

«La trama è trascinante e la narrazione è scorrevole: se vi piacciono i romanzi di ambientazione storica questo è un libro da non farsi scappare.»

«È il romanzo ambientato in epoca romana che, finora, mi è piaciuto di più. Per gli appassionati di storia è imperdibile.»

«Colombo ha ben ricostruito la vita, gli armamenti e il modo di combattere del periodo, inglobando alla perfezione le vicende romanzate in un contesto storico ben delineato e corretto.»

«Un libro epico da uno scrittore epico.»

ISBN: 9788822762276 - Pagine: 512 - narrativa n. 3013 - Argomenti: Storia - Narrativa - Narrativa italiana - Narrativa storica
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...