Cucina Italiana Newton


 

N. 22

Dalla tradizione dei dolci di famiglia all'arte pasticcera dei migliori ristoranti

• Il babà • La sfogliatella • La pastiera • La zeppola • Gli struffoli • I mostacciuoli • I rococò • La caprese • Lo zuccotto…
e molte altre dolci golosità!


Il babà, la pastiera, la sfogliatella, e poi le zeppole, la zuppetta, gli struffoli, i susamielli, i rococò: attraverso i grandi classici della pasticceria napoletana, ciascuno ricco di storia e di variazioni sul tema, questo coloratissimo libro esplora il lato più dolce della città. Una tradizione straordinaria nella quale si coniugano mirabilmente la millenaria eredità mediterranea tramandata nei giorni delle feste contadine in campagna e gli aristocratici elementi di innovazione che i Borbone...

N. 21

Cannoli, biscotti al sesamo, zuccata...

Le specialità tradizionali e i dessert moderni di una pasticceria divenuta famosa in tutto il mondo


Trionfo del gusto, tripudio di colori, delizia per gli occhi: i dolci siciliani sono una delle prelibatezze pasticciere a cui è più difficile resistere. Dalla famosissima cassata, di origine araba, ai gustosi cannoli, dalla frutta martorana ai “pupi ri zuccaro” (statuine di zucchero dipinte con colori vegetali), dal buccellato, tipico dolce natalizio, al “trionfo di gola”. Per non parlare della gelateria, capolavoro di gusto e fantasia: sorbetti, granite, schiumoni, cassate gelate, semifreddi e gelati, consumati dai siciliani fin dalla colazione. In Sicilia ogni festa religiosa e ogni ricorrenza...

N. 20

Marrons glacés, tartufi al cioccolato, torte povere...

Un panorama esaustivo e completo dell’arte dolciaria regionale piemontese


Il Piemonte è particolarmente famoso, e non solo in Italia, per i dolci. Le radici storiche della passione per i dolciumi da parte dei piemontesi sono in parte sconosciute, ma sembra che siano legate alla dinastia dei Savoia, i cui membri pare fossero tutti degli inguaribili golosi… In questo libro, accanto ai dolci della tradizione, più semplici e poveri, sono riportate alcune delle più famose ricette che hanno reso il Piemonte, e in particolare Torino, la “capitale” italiana della golosità. Dai celebri marrons glacés ai tartufi al cioccolato, alle torte povere occitane, un panorama esaustivo e completo...

N. 19

In oltre 450 ricette

Profumi, sapori e immagini di una terra meravigliosa

Brodetto di San Benedetto • vincisgrassi • faraona in salmì • guazzetto di pesce • stoccafisso all’anconetana • olive all’ascolana • torrone di Camerino • biscotti alle visciole • vino cotto…
e molte altre ricette!


Brodetti, vincisgrassi, maccheroncini di Campofilone, arrosti morti, preparazioni in potacchio: Petra Carsetti, da anni coautrice con Carlo Cambi del bestseller Il Mangiarozzo, ha intrapreso un viaggio tra i profumi e i sapori delle terre marchigiane per compilare un ricettario completo e accurato, che ha lo spessore della ricerca, la praticità del ricettario e il fascino del romanzo. Con l’apporto di Emilia Migliorelli, ha scandagliato i libri...

N. 18

In 250 ricette tradizionali

Dalla piadina agli strozzapreti tutte le ricette di una tradizione gastronomica antica e fantasiosa

Piadina • sardoncelli al vino bianco • seppie alla Garibaldi • passatelli • strozzapreti • bassotti in brodo • agnello con piselli alla romagnola • braciola di mora romagnola al Sangiovese • bustreng • sabadoni
E molte altre ricette!


Piadina a parte, la Romagna è ormai più nota come luogo di divertimenti che di cultura gastronomica. In realtà i romagnoli sono sempre stati maestri nell’arte di trarre il meglio dalla loro terra, indiscutibilmente più povera rispetto alla grassa e vicina Emilia, sostituendo con l’inventiva e la fantasia ciò che la natura somministrava con parsimonia. E le preparazioni...

N. 17

In 500 ricette tradizionali

Dai tortelli di zucca all’erbazzone, tutte le ricette di una tradizione gastronomica ricca e gustosa

Un viaggio tra i sapori unici di una tradizione antica


Ricca di ingegno, di storia, di cultura, l’Emilia è la terra che ha dato i natali a personaggi illustri come Giuseppe Verdi, Enzo Ferrari, Lucio Dalla, Vasco Rossi, Giovannino Guareschi e tanti altri. Ma è anche la patria di sapori tipici e prodotti apprezzati in tutto il mondo, come il prosciutto di Modena, l’aceto balsamico e il Parmigiano. Un territorio multiforme, caratterizzato in pianura da una gastronomia ricca, grassa e sostanziosa, cui fa da contraltare la cucina delle zone appenniniche, più povera e spartana, costretta a fare di necessità...

N. 16

In 300 ricette tradizionali

Il patrimonio gastronomico che non ti aspetti

Polenta e fontina con salsicce (“panicha”) • Risotto con mele e bacche di ginepro • Zuppa di pane di Verrayes • Camoscio in civet all’uso di Courmayeur • Tinche alla mugnaia • Tortino di formaggio e orzo all’uso di Cogne • Panzerotti di mele …e molte altre ricette!


Molti la conoscono come un paradiso della natura e della civiltà, ma non tutti sanno che di sublime la Valle d’Aosta vanta anche il patrimonio gastronomico. Le rastrelliere di legno che raccolgono le forme di pane, bianco, giallo e nero; il fuoco sempre acceso per cuocere minestre, zuppe, insaccati e carni, i paioli di rame neri di fumo che si trasformano in magico crogiolo per la polenta...

N. 12

In oltre 450 ricette

Una gastronomia che da sempre custodisce ed esalta i grandi sapori della terra e del mare

Pane frattau • Fregula stufada • Lasagne alla nora • Panada di agnello • Spaghetti alla bottarga • Anguille alla nuorese • Giogga minudda • Anatra al mirto • Cardi alla sarda • Papassinas di Sassari …e molte altre ricette!


La Sardegna, terra dai due volti, di mare e di montagna, ha fatto della sua cucina un’arte, capace di soddisfare il gusto e l’olfatto di chiunque ne abbia assaggiato i piatti tradizionali. La cacciagione si sposa con finocchio e foglie di mirto selvatico, il pesce con alloro e bacche di ginepro, e poi ancora aragoste, maialino cotto su una brace di legno profumato, formaggi, miele di corbezzolo e dolci...

N. 10

In oltre 450 ricette

I piatti tipici e i sapori genuini di una delle più gustose e fantasiose gastronomie d’Italia

Pappardelle alla lepre • La panzanella • Ribollita • Caciucco • Tonno chiantigiano o del vinaio • Ravioli del casentino • L’acquacotta • Anguilla all’orbetellese • Cantucci o “biscotti di Prato” …e molte altre ricette!


Ribollita, acqua cotta, pappa col pomodoro, fagioli all’uccelletto, panunto, zuppa di cavolo, pastasciutta “all’intrugliona”, “pane co’ Santi”, minestra della “sciorna”, fagiani, anatre selvatiche, chiocciole e rane, carne e pesce preparati nelle maniere più succulente, fino ai “melatelli”, alla “ficattola”, al “panepazzo” e agli umilissimi “necci” di farina di castagne: raccolte con amore e raccontate...

N. 9

In oltre 200 ricette tradizionali

Dai friarielli al babà, più che una tradizione un’arte che richiede passione

Calzoncini ripieni • Pasta e cocozza • Gnocchi alla sorrentina • Coniglio all’ischitana • Salsicce e friarielli • Alici ammollicate • Scarola imbottita • Pastiera • Zeppole di san Giuseppe • Mostaccioli
…e molte altre ricette!


Quella della cucina napoletana, più che una tradizione, è un’arte che richiede passione: ci sono ingredienti da scegliere con cura e tempi da rispettare scrupolosamente. La preparazione di ogni piatto è un vero e proprio rito, soprattutto nei giorni di festa, e ogni ricetta è tramandata con amore e sapienza. Questo libro ripropone i classici della gastronomia napoletana conditi con aneddoti,...

N. 8

In 1000 ricette

Dalla pasta con le sarde alla cassata: i segreti di una tradizione culinaria ricca di sapori antichi

Arancine di riso al ragù • Carpaccio di pesce spada • Cuscus alla pantesca • Pasta alla norma • Castrato alla brace • Insalata di arance • Cannoli e cassata siciliani… e molte altre ricette!


La gastronomia siciliana: una cucina che seduce per la sua ricchezza di profumi e di sapori. Compiere un viaggio nell’arte culinaria siciliana, attraverso le mille ricette di questo libro, significa innanzitutto scoprire la raffinatezza e il barocchismo della cucina baronale contrapposti alla semplicità e alla genuinità di quella popolare; confrontare la tradizione marinara con quella contadina, le ricette casalinghe con il cibo...

N. 7

In oltre 400 ricette

Un autentico vademecum, dai piatti della tradizione ai “nuovi” gustosi sapori

Friselle • Riso, patate e cozze • Pasta seduta • Orecchiette e cime di rapa con alice salata • Cozze origanate • Seppie ripiene alla barese • Rana pescatrice in umido • Agnello alla caldarella • Latte di mandorla • Sfogliata canosina …e molte altre ricette!

Dagli antipasti alle zuppe e alla pastasciutta, dai gustosi piatti di carne al pesce, spesso accompagnati da colorate composizioni di verdure, fino ai dolci tipici e al buon vino, ecco una guida dettagliata, approfondita e fantasiosa ai segreti di una delle cucine più solari d’Italia, che ha saputo, come poche altre tradizioni gastronomiche, sfruttare nel modo più completo, vario e...

N. 6

In oltre 200 ricette

Il meglio di un’antica tradizione culinaria che ha conservato la semplicità e la genuinità originarie

Pasta e ceci • Supplì • L’amatriciana • Spaghetti alla carbonara • Filetti di baccalà • Fagioli con le cotiche • Abbacchio alla scottadito • Involtino di vitello • Carciofi alla giudia… e molte altre ricette!


Se c’è un campo in cui è giusto e opportuno conservare e difendere la tradizione, questo è il campo della gastronomia. Ciò vale in particolar modo per la cucina romana, le cui origini vengono fatte risalire da alcuni studiosi addirittura alla Roma imperiale: cucina semplice e non ricercata per eccellenza, realizzata con ingredienti facili da reperire e sempre a portata di mano (pur nel rispetto dei cicli...

N. 5

In oltre 450 ricette

Tutti i trucchi e i segreti per ricreare i sapori autentici di una tradizione ricca e gustosa

Crescioni con salsiccia e squacquerone • Tortellini al ragù • Coppone arrosto • Spuntature al latte • Rosette di patate • Meringata di marroni • Tortelloni dolci
...e molte altre ricette!


Per un bolognese il cibo non è solo cibo, ma una forma d’arte, quando non una vera e propria “religione”; cucinare, di conseguenza, non è mai solamente la preparazione di qualche specialità gastronomica, ma una filosofia di vita, un modo per interpretare la realtà, restando fermamente ancorati alla tradizione. Bologna la grassa, quindi, ma anche la gaudente, poiché non vi è nulla di più gioioso del condividere con le persone che si...

N. 4