Storia del Friuli

€ 9,90 € 7,92

Le radici della cultura contadina, le rivolte, il dramma dell’emigrazione e la nascita dell’identità di una regione

Scrivere una storia regionale significa trovare nelle pieghe della memoria gli strumenti utili a comprendere i meccanismi che danno forma alle diverse anime di una nazione. Protagonista di questa avventura, nella Storia del Friuli di Maniacco, è il contadino, figura emblematica della terra friulana. Da qui vengono presi in considerazione quegli aspetti della vita materiale senza i quali lo sviluppo della società non sarebbe stato possibile: gli strumenti di lavoro, la struttura dei campi, l’alimentazione, ma anche le grandi costruzioni ideologiche e culturali, gli incontri-scontri con le classi dirigenti, le grandi rivolte, l’emigrazione e la formazione, dopo la caduta dell’Impero romano, di un’identità il cui cemento è la lingua friulana, che si trasforma e si evolve nel fluire del tempo.

L'identità di una regione


Dalla preistoria alla storia
I Romani in Friuli
L’apparente vittoria
I Longobardi
Le ali del leone
Il Carnevale e le Ceneri
L’aquila e il patriarca
Il flusso inarrestabile
Fra due mondi
L’arrivo dell’Italia
L’emigrazione
La formazione della coscienza
Fascismo e mondo rurale
L’alba del nuovo mondo
Sul crinale del secondo millennio

ISBN: 9788854168756 - Pagine: 288 - Tradizioni Italiane n. 168 - Argomenti: Storia - Saggistica - Storia - Viaggi
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...