L'infiltrato

€ 5,90

La storia vera dell'uomo che per sei anni ha vissuto sotto copertura in uno dei gruppi terroristici più pericolosi del mondo

In vetta alle classifiche in Spagna

Come si entra a far parte di un’organizzazione criminale internazionale?

Come si diventa il braccio destro di Carlos lo Sciacallo, il più famoso terrorista del XX secolo? Che legami esistono tra l’ETA, Hezbollah e le FARC? E tra al-Qaeda e il Venezuela di Chávez? Questa è la storia vera dell’uomo che ha vissuto sei anni sotto mentite spoglie per riuscire a entrare in uno dei gruppi terroristici più pericolosi al mondo e svelarne dall’interno tutti i segreti. Antonio Salas è stato sotto copertura in Venezuela, Palestina, Cuba, Libano, Marocco, Egitto, ha imparato l’arabo e si è convertito all’Islam, provando sulla sua pelle quanto siano forti i pregiudizi verso chi abbraccia questa fede, soprattutto dopo gli attentati alle Torri Gemelle, a Londra e a Madrid. Mettendo a rischio la sua stessa vita, ha sofferto, pianto e gioito a fianco degli uomini più pericolosi del pianeta, e ha conosciuto la rabbia cieca che può spingere a imbracciare un fucile o a cercare il martirio. Ha oltrepassato un confine che nel giornalismo nessuno aveva mai avuto il coraggio di superare. Perché lui è Muhammad Ali Tovar Abdallah. Perché lui è Antonio Salas. L’infiltrato.

«Sono entrato in una cellula terroristica. Per oltre sei anni ho vissuto sotto copertura.»

«Nella galassia del radicalismo (non solo) islamico Salas ha bazzicato per sei anni. Registrando tutto con videocamera nascosta o sul taccuino. Ne è venuto fuori L’infiltrato, fluviale libro inchiesta, diario di un jihadista interinale a zonzo nella rete globale dell’integralismo militante.»
Marco Cicala, Il Venerdì di Repubblica

«Salas non è un eroe, ma un reporter molto prudente che si immerge totalmente nel mondo degli altri, si crea un personaggio, un alibi per essere creduto, rischia la pelle, il suo equilibrio mentale, gira con una telecamera nascosta e poi se ne va leggero, discretamente.»
Raffaela Scaglietta, Il Fatto Quotidiano

«Un bestseller a sfondo dietrologico: L’infiltrato del giornalista spagnolo Antonio Salas, che dopo essersi convertito all’Islam, racconta come ha scoperto le connessioni tra Chávez, l’ETA, le FARC, Hamas e al-Qaeda. In Italia è pubblicato da Newton Compton e in Spagna ha venduto quasi 200 mila copie.»
Giancarlo Liviano, l’Unità

«L’autore [...] è vissuto per sei anni sotto copertura, operando come militante islamico nelle reti terroristiche di tutto il mondo per svelarne dall’interno i retroscena più misteriosi.»
Aldo Forbice, Il Giornale di Sicilia

ISBN: 9788854137424 - Pagine: 608 - Gli Insuperabili n. 6 - Argomenti: Politica - Società - Narrativa - Narrativa straniera - Società e politica
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...