Le notti bianche, La mite e Il sogno di un uomo ridicolo

€ 1,99

Cura e traduzione di Luisa De Nardis e Pierluigi Zoccatelli
Edizioni integrali

Eroe del romanzo breve Le notti bianche, opera del periodo cosiddetto «romantico» di Dostoevskij, è la figura del sognatore, nella cui piatta esistenza, chiusa in uno sterile mondo di fantasticherie, piomba per un breve attimo la giovane Nasten’ka. Simbolo del pulsare delle emozioni, Nasten’ka offrirà per la prima volta al sognatore scampoli di vita vera, finché una sua lettera, con l’annuncio delle proprie nozze, non lo “risveglierà” per riportarlo al suo illusorio destino di sogni. Sullo sfondo di una Pietroburgo deserta e quasi magica, si inserisce l’intenso dialogo tra i due protagonisti, pure voci, la cui identità è l’oggetto stesso delle loro riflessioni e della loro autocoscienza. Nella più matura espressione della sua vena creativa, Dostoevskij ci presenta ne La mite il racconto introspettivo e raggelante di un marito che veglia la giovane moglie morta suicida; Il sogno di un uomo ridicolo è il monologo di un uomo che, abbandonato da tutti e deciso a uccidersi, sprofonda in un sogno che lo trasporta in un mondo primordiale, dove gli uomini vivono in uno stato di felicità, privi della sofferenza e del peccato. L’idea dell’“età dell’oro”, dello sdoppiamento della coscienza umana e la risposta al problema del male sono temi centrali della narrativa di Dostoevskij: per l’autore la vita sarebbe già un paradiso, se solo lo volessimo e il male stesso non esisterebbe, perdonato e vinto dall’amore.

«Allora, ecco il perché del silenzio orgoglioso, ecco perché ce ne stavamo in silenzio. Che cosa avrebbe potuto capire lei? Sedici anni, la primissima giovinezza, cosa avrebbe potuto comprendere delle mie giustificazioni, delle mie sofferenze? In lei c’era una linea dritta, l’ignoranza della vita, le convinzioni giovanili a buon mercato, i «cuori perfetti» miopi come talpe, mentre qui l’essenziale era la casa dei pegni e basta!»

ISBN: 9788854133594 - Pagine: 160 - classici n. 141 - Argomenti:
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...