Lazzari e scugnizzi di Napoli

€ 10,00 € 7,50

La lunga storia dei figli del popolo napoletano

La storia napoletana è legata strettamente alla sua gente e, in particolare, agli scugnizzi. I ragazzi di Napoli sono presenti in ogni epoca: lazzaroni, guagliuni, sciuscià rappresentano il carattere intrinseco e forse l’emblema del popolo partenopeo. Ma dietro la facciata oleografica che li vuole sempre sorridenti e distesi al sole – a cogliere il lato divertente della vita – esistono storie di miseria, di dolore e di degrado. Questo libro ripercorre le infinite vicende degli scugnizzi: dai ragazzi «tinti di volto» che seguivano il capopopolo Masaniello, ai lazzari del 1799, per giungere agli ardimentosi, piccoli eroi delle Quattro Giornate di Napoli. Ma non dimentica i momenti di aggregazione festosa, come la festa di Piedigrotta, di cui gli scugnizzi sono protagonisti, né l’ispirazione (nel teatro, nella musica, nel cinema, nella pittura e nella scultura) che i ragazzi hanno sempre fornito ai grandi artisti della città, non di rado essi stessi scugnizzi per vocazione o per radici.

Tra gli argomenti trattati:
Lazzari napoletani
Usi e costumi
Famosi capipopolo e loro gesta
Napoli, i lazzari e i viaggiatori del Grand Tour
La miseria tra storia e letteratura
I figli del popolo. La storia continua
I figli di nessuno: la “ruota dell’Annunziata”
Iniziative a favore degli scugnizzi
Scugnizzi in guerra
Scugnizzi in arte
Le donne di Napoli, popolane e patriote
Dentro la città: la napoletanità

ISBN: 9788822736277 - Pagine: 288 - Quest'Italia n. 471 - Argomenti: Saggistica - Storia
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...