La fuga impossibile

€ 10,00

Sembra impossibile, ma è una storia vera

La storia vera della più grande evasione da un campo di prigionia tedesco della seconda guerra mondiale


Oflag 64 era il nome di un campo per prigionieri di guerra costruito durante il secondo conflitto mondiale a Schubin, in Polonia. Fu occupato quasi esclusivamente dagli ufficiali dell’esercito americano: erano migliaia all’inizio. Nel gennaio del 1945, il comandante tedesco Fritz Schneider ricevette l’ordine di trasferire i prigionieri con una lunga marcia verso la Germania occidentale per sfuggire all’avanzata della Russia. Per i detenuti era l’occasione ideale per tentare di riguadagnare la libertà e alcuni, con una buona dose di fermezza e astuzia, si misero a progettare incredibili piani per sottrarsi definitivamente alla sorveglianza dei loro aguzzini. Le evasioni da Schubin sono passate alla storia per essere di gran lunga le più spettacolari della Seconda guerra mondiale, più ancora della famosa “grande fuga” del 1944. Con l’avvicendarsi di personaggi come il braccio destro di Eisenhower, il genero del comandante Patton e il figlio maggiore di Hemingway, Stephen Dando-Collins narra le commoventi vicende di eroici soldati e di coraggiosi polacchi disposti a rischiare la propria vita pur di salvarli dai nazisti.

L’orrore infinito dei campi di prigionia nazisti
Un grande desiderio di libertà
L’evasione più spettacolare della seconda guerra mondiale
Una storia vera di coraggio ed eroismo mai raccontata prima

ISBN: 978-88-227-0245-6 - Pagine: 320 + 8 t.f.t. - I volti della storia n. 400 - Argomenti: Storia
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...