Il più giovane prigioniero di Auschwitz

€ 4,99

Una storia vera che era necessario raccontare

L’incredibile storia vera del bambino salvato dall’inferno dei campi di concentramento


Un ormai famosissimo filmato d’epoca girato dai soldati sovietici nel 1945, alla fine della seconda guerra mondiale, ha tramandato ai posteri l’immagine di Michael Bornstein bambino mentre, a soli quattro anni, viene portato fuori dal campo di Auschwitz tra le braccia della nonna. Il più giovane prigioniero di Auschwitz racconta la straordinaria storia dei Bornstein, ebrei originari di Zarki, in Polonia, e le incredibili traversie che permisero ad alcuni di loro di sopravvivere al campo di concentramento nazista più terribile e tristemente noto. Attraverso documenti personali e numerose interviste ai superstiti e ai parenti che hanno condiviso con i Bornstein l’orrore dell’Olocausto, Michael ha ricostruito, con l’aiuto della figlia Debbie Bornstein Holinstat, la straziante esperienza vissuta in un inferno dal quale in pochi sono potuti tornare indietro.
Un libro documentatissimo, ma soprattutto una narrazione diretta ed empatica che permette al lettore di ritrovarsi catapultato all’interno delle baracche di Auschwitz e capire come i Bornstein siano riusciti a sopravvivere e ad attraversare una delle più umilianti e terribili pagine della storia moderna.

Bestseller del New York Times dopo solo tre giorni dall’uscita!

Una straziante testimonianza sui legami che resistono all’orrore


«Un commovente omaggio alla speranza e ai miracoli che può portare con sé. Un potente libro di memorie.»
Booklist

«Arricchita da meticolose ricerche d’archivio, la storia della famiglia Bornstein è raccontata come fosse un romanzo.»
Publishers Weekly

«Un eccezionale libro di ricordi e storia… Una lettura avvincente.»
Jewish Book Council

ISBN: 9788822714947 - Pagine: 320 + 16 t.f.t. - saggistica n. 515 - Argomenti: Storia
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...