Il turno

€ 1,99 € 0,99

A cura di Sergio Campailla
Edizione integrale


Ne Il turno, pubblicato nel 1902, l’irrazionale caso, lieve e dispettoso, si diverte a vanificare le ambizioni di un padre per la figlia e trionfa con toni di divertita ironia. Don Marcantonio Ravì progetta infatti di dare in sposa la giovane e bella figlia Stellina all’anziano e facoltoso don Diego Alcozèr, già quattro volte vedovo: solo a seguito di una girandola di equivoci la ragazza, nel frattempo diventata ricca, potrà mandare a monte i piani del padre e coronare il suo vero sogno d’amore. Il turno è un importante tassello della filosofia pirandelliana, secondo cui la realtà è nel suo profondo inconoscibile: una legge segreta disegna per l’uomo capricciose volute di sconcertanti coincidenze, di là da ogni immaginazione.

«Giovane d’oro, sì sì, giovane d’oro, Pepé Alletto! – il Ravì si sarebbe guardato bene dal negarlo; ma quanto a concedergli la mano di Stellina, no via: non voleva se ne parlasse neanche per ischerzo.»

ISBN: 9788854138810 - Pagine: 128 - classici n. 334 - Argomenti: Teatro - Narrativa italiana - Arte, cinema e teatro - Classici
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...