Fuori collana


 

N. 164

Storie, curiosità e leggende dei gatti che hanno popolato e popolano le vie della Capitale

I gatti di Torre Argentina, i gatti della Piramide, i gatti di Tor Pignattara. Un simbolo, quello del felino, ormai entrato a pieno titolo nell’immaginario collettivo: basti pensare a calendari e cartoline che li ritraggono al sole su qualche monumento. Nella Roma Antica il gatto era un compagno nella vita terrena e anche in quella oltre la morte. Alcuni reparti dell’esercito romano avevano sugli scudi il simbolo di gatti di colori differenti. Da qui giunsero alla Roma Imperiale, dove il gatto domestico conobbe la definitiva affermazione e consacrazione. In un tempio, dove oggi sorge la chiesa di Santo Stefano del Cacco, venne rinvenuta la piccola...

N. 163

Una storia vera

Deportato a soli 12 anni e sopravvissuto a cinque campi di concentramento


Felix aveva tutto nel suo paese natio, la Cecoslovacchia: una famiglia felice e abbiente, un'infanzia serena, l'affetto dei suoi genitori.
A dodici anni, però, il suo mondo va in pezzi: a causa delle persecuzioni naziste, il padre fugge in Inghilterra, nella speranza di potersi rifare lì una vita con i suoi cari. Ma il piccolo Weinberg, i fratelli e la madre non fanno in tempo a raggiungerlo: saranno catturati dai tedeschi e inizierà il loro drammatico calvario nei campi di concentramento. Felix sopravvivrà miracolosamente a cinque lager – tra cui Theresienstadt, Auschwitz e Birkenau – e persino alla terribile “Marcia della Morte” per essere...

N. 161

Una storia vera

La drammatica storia vera di Ravensbrück, il campo di concentramento nazista per sole donne

Maggio 1939.
Centinaia di donne – casalinghe, dottoresse, cantanti d’opera, politiche, prostitute –, provenienti da un carcere comune, raggiunsero prima in treno e poi su camion un luogo nascosto nei boschi a nord di Berlino. Attraversarono, poi, gli enormi cancelli di ferro tra gli insulti, le urla, i latrati dei cani e le percosse delle guardie. Erano le prime prigioniere di Ravensbrück, il nuovo campo di concentramento femminile “modello” ideato da Heinrich Himmler. In sei anni vi furono rinchiuse 130.000 donne, provenienti da più di venti Paesi in tutta Europa. Erano di diversa estrazione, nazionalità, credo politico; solo...

N. 158

Una storia vera

Una storia d'amore, di coraggio e di crudeltà


Hanna ha quindici anni ed è una pianista di talento. È cresciuta in una famiglia ebrea della media borghesia ungherese, ma quando la città in cui vive viene rastrellata, dovrà conoscere insieme ai suoi cari gli orrori del campo di concentramento. Sua madre impazzirà dopo essere stata separata dal marito, e Hanna rimarrà sola con la sorella Erika ad affrontare un luogo agghiacciante e brutale come Auschwitz. Un giorno, però, le viene offerta la possibilità di suonare il pianoforte per il comandante del lager, una scelta sofferta per la povera ragazza. Una volta entrata nella villa del nazista, conoscerà suo figlio, Karl, ragazzo affascinante che sembra rinnegare la vita...

N. 157

Una storia vera

Una storia d’amore e coraggio che va oltre qualsiasi convenzione

Niente può dividere Christopher e Rebecca: non i genitori violenti di lei e neanche il fidanzato che lei stessa ha portato a casa dopo essere fuggita in Inghilterra.

Poi scoppia la seconda guerra mondiale e i nazisti invadono l’isola di Jersey: Rebecca viene deportata in Europa verso l’orribile destino prospettato dalla “soluzione finale” di Hitler. 
Christopher però non si rassegna e decide di arruolarsi nelle SS, in un tentativo disperato di salvare la donna che ama. Viene assegnato ad Auschwitz-Birkenau come capo della sezione che si occupa del denaro, dei gioielli e degli altri oggetti preziosi appartenuti alle vittime delle camere a gas.
Nella...

Prefazione di Michele Serra

Curiosità, aneddoti e segreti della macchina del futuro


La 2CV come non l’avete mai conosciuta, in un libro pieno di aneddoti e storie, che ripercorre l’epopea di un mito a motore. Dalla leggenda dei prototipi distrutti per non farli finire nelle mani dei nazisti alle singolari prove sui campi arati con il bagagliaio pieno di uova (rimaste intatte), passando per le versioni bimotore e quelle truccate usate nei film di James Bond. Non mancano la guida al restauro e quella all’acquisto, e tutte le indicazioni per scaricare dal sito www.101StorieCitroën2CV.com i rarissimi manuali di officina e quelli di uso e manutenzione.

N. 150

Dal 1899 a oggi, la storia del mito rossonero

Il diavolo veste in rossonero


La storia di un grande club calcistico può diventare una trama avvincente, un racconto che dura più di un secolo, l’epopea di grandi campioni ed eroi del rettangolo verde? Può, in poche parole, diventare un romanzo? È questa la sfida che si pone Giuseppe Di Cera – che alla squadra rossonera ha già dedicato due volumi, 1001 storie e curiosità sul grande Milan che dovresti conoscere e I campioni che hanno fatto grande il Milan – ripercorrendo tutte le vicissitudini del club meneghino, dalla sua fondazione avvenuta il 16 dicembre 1899 sino ai giorni nostri. Calciatori, allenatori, dirigenti, presidenti che hanno fatto parte del club (o che con esso hanno avuto...

N. 149

Tutto quello che devi sapere sul mito bianconero

Miti, curiosità e leggende della squadra più vittoriosa d’Italia


Questa non è solo una guida all’universo juventino, è una sorta di nuovo vocabolario per chi guarda il mondo a strisce zebrate. Perché la parola “carpentiere” per un tifoso bianconero significa laterale destro dalla devozione indefessa? Perché “postino” significa centrocampista instancabile nel consegnare il pallone ai compagni? Perché “arancia” fa pensare a un giocoliere dal nasone adunco e i piedoni delicati? Perché “capelli” rimanda a un secolare presidente con la mania delle forbici? Queste e altre centinaia di parole-chiave saranno tradotte in “lingua” juventina, raccontando gli aneddoti a esse legati e i personaggi...

N. 148

Tutto quello che devi sapere sul mito neroazzurro

Un nuovo vocabolario nerazzurro, per chi ha ancora negli occhi la magia del triplete e sogna nuovi traguardi


Una controstoria della squadra che descrive – rigorosamente in ordine alfabetico – fondatori, calciatori (da Beniamino Abate a Carlo Zoppellari), dissidenti, allenatori, dirigenti, maestranze, simboli, colori, gare celebri, stracittadine, derby d’Italia, successi, sconfitte, curiosità, aneddoti, sponsor, tifosi famosi, sedi sociali, stadi, campi di allenamento, amici, nemici, donne, record, inni, canzoni, film, tifoseria e impegni sociali. In poche parole, tutto l’Inter minuto per minuto, dal lontano 9 marzo 1908 fino ai giorni nostri.

N. 147

Dal 1926 a oggi, novant'anni di mito azzurro

Una grande tifoseria
Una grande storia


Quale squadra più del Napoli – con il tifo più sentito e fantasioso d’Italia – merita di veder trasformata la sua storia societaria in un’epopea romanzesca? Ed ecco allora che sulla pagina scritta rivivono i momenti più salienti del club azzurro: la mitica fondazione da parte dell’industriale Giorgio Ascarelli, il Napoli di Garbutt e di Sallustro, l’arrivo di Achille Lauro e la sua lunga presidenza, gli anni difficili in corrispondenza della seconda guerra mondiale, le operazioni di mercato che negli anni Cinquanta emozionarono i tifosi (Vinício, Jeppson), la costruzione del San Paolo, il Napoli di Sívori e Altafini, l’ingresso di Ferlaino in...

N. 155

Una guida straordinaria che vi condurrà fra le strade e i vicoli di una Milano davvero inedita.

Chi ha detto che a Milano da vedere ci sono soltanto il Duomo, il Castello Sforzesco e il Cenacolo? È tempo di riscoprire la città della moda e del design e di far conoscere al turista curioso (ma anche al milanese distratto che non se li ricorda o non li ha mai saputi) tutti i segreti della “New York italiana”. Al di là dei luoghi comuni e dei soliti itinerari, questa guida racconta proprio tutto quello che c’è da sapere: monumenti celebri e curiosità da amatore, aneddoti e chicche nascoste. Dall’architettura agli spazi verdi, dai grattacieli ai templi dello shopping, dai ristoranti agli hotel. Una rilettura della Milano di ieri e di oggi in...

N. 152

Curiosità, storie inedite, misteri, aneddoti storici e luoghi sconosciuti della prima capitale d’Italia

Racconti sconosciuti e grandi storie fanno di Torino una città dal fascino innegabile


Torino magica, Torino misteriosa, Torino “diabolica”. Ma anche romana, risorgimentale, sabauda. Una città dalle mille anime, protagonista di diverse epoche, di cui resta sempre qualche angolo inesplorato, qualche vicenda meno nota o un personaggio rimasto nell’ombra. Laura Fezia punta il suo obiettivo su angoli affascinanti e spesso sconosciuti, fatti curiosi e interessanti: un viaggio in profondità, per scovare episodi inediti e storie poco conosciute, ma che svelano aspetti essenziali della città nell’insieme. La storia ufficiale del capoluogo...

N. 135

Una guida straordinaria che vi condurrà tra le strade e i vicoli di una Napoli davvero inedita.

L'affascinante centro storico, i castelli, le ville, le piazze, le fontane, i monumenti; il magnifico golfo che non a caso gli antichi chiamavano “Il teatro degli dèi”, da capo Miseno a Punta Campanella; i luoghi confinanti, ricchi di storia e di incredibili tesori artistici: Pompei, Ercolano, il Vesuvio, i Campi Flegrei, Pozzuoli, Cuma… Napoli è tutto questo e molto altro ancora. Una città da sempre sotto i riflettori, nel bene e nel male. Per coglierne l’essenza, va frequentata e percorsa. Merita di essere ammirata e osservata da tutte le prospettive possibili: le sue affermazioni, le sue eccezioni e anche le sue contraddizioni. Fra...

N. 132

Una guida straordinaria che vi condurrà fra le strade e i vicoli di una Bologna davvero inedita I luoghi raccontano storie. A Bologna ogni vicolo, ogni palazzo, ogni pietra, ogni angolo di strada o di piazza ne conserva una. O centomila, stratificatesi nei secoli e nei millenni. Ne abbiamo scelte 501, tra le meno note, le più curiose e le celebri, ma narrate da un nuovo punto di vista. Tra le torri e sotto i portici rivivono la città villanoviana e quella romana, la vivace Bologna del Medioevo e quella fastosa del Rinascimento. Luoghi che fanno emergere le contraddizioni di una città anticonformista e godereccia, eppur devota ai propri simboli religiosi, anarchica ma solidale. Quella degli accademici e dei dottori e quella degli...

N. 143

Una storia vera
La testimonianza mai raccontata del bambino che da solo sfuggì agli orrori dell’Olocausto

Sam Pivnik, figlio di un Sarto ebreo, nasce a Bedzin in Polonia e trascorre una vita normale fino al primo settembre del 1939.

Nel giorno del suo tredicesimo compleanno i nazisti invadono la Polonia e la guerra spazza via in un attimo ogni possibilità di futuro. Sam conosce il ghetto, i divieti imposti dai nazisti, il coprifuoco,
gli stenti, il terrore per le strade. Poi, dopo un rastrellamento, tutta la sua famiglia viene deportata al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Strappato alla sua famiglia, che trova la morte nelle camere a gas, Sam subisce terribili soprusi e atrocità, e ogni giorno, alla famigerata Rampa di...

N. 142

Una storia vera

«Era il 1944. Sono entrato ad Auschwitz di mia volontà.»

È possibile immaginare che qualcuno si sia introdotto volontariamente ad Auschwitz?

Eppure, nel 1944, un uomo è stato capace di farlo. Denis Avey è un prigioniero di guerra inglese, che durante il giorno è costretto ai lavori forzati insieme ai detenuti ebrei. Gli basta poco per capire quale sia l’orrore che attende quegli uomini, consunti e stravolti, quando la sera fanno rientro al loro campo… Quello che intuisce è atroce, ma Denis sente di voler vedere con i propri occhi: in un gesto che pare folle, decide di scambiare la sua divisa da militare con gli stracci a righe di un ebreo di nome Hans, ed entrare nell’inferno di Auschwitz. Da quel momento ha inizio...

N. 141

Una storia vera
Le vite parallele del più spietato criminale nazista e dell’ebreo che riuscì a catturarlo 

Alla fine della seconda guerra mondiale, viene creato un pool investigativo per scovare e assicurare alla giustizia internazionale i gerarchi nazisti responsabili delle atrocità dell’Olocausto.

Uno dei migliori investigatori del gruppo è Hanns Alexander, ebreo tedesco rifugiatosi in Gran Bretagna per sfuggire alle persecuzioni delle SS, e in seguito arruolatosi nell’esercito inglese. Il suo nemico numero uno si chiama Rudolph Höss, il terribile comandante di Auschwitz, responsabile del massacro di oltre un milione di persone e freddo esecutore della “soluzione finale” voluta da Hitler. Ma Höss, che dopo la guerra vive sotto falsa...

N. 140
Diario
Anne Frank
B07D51562M

Edizione integrale
Introduzione di Paolo Di Paolo

Le parole della giovane Anne, così come ce le ha lasciate, hanno il potere dirompente di farci riflettere su quello che è stato uno dei capitoli più bui e strazianti della nostra storia.

Anne nasce a Francoforte sul Meno nel 1929, da genitori di origine ebraica, a pochi anni di distanza dalla sorella Margot. Nel 1933, preoccupata per la politica razziale della Germania nazista, la famiglia si trasferisce ad Amsterdam. Quando anche l’Olanda viene occupata dall’esercito tedesco, per i Frank diventa sempre più complicato non farsi trovare durante i rastrellamenti. Il padre di Anne decide perciò di nascondersi insieme alla famiglia in un alloggio ricavato nel retro della sua fabbrica,...

N. 139

Una storia vera

La vera e drammatica storia della sorella di Anne Frank

Nel giorno del suo quindicesimo compleanno, Eva viene arrestata dai nazisti ad Amsterdam e deportata ad Auschwitz.

La sua sopravvivenza dipende solo dal caso, e in parte dalla ferrea determinazione della madre Fritzi, che lotterà con tutte le sue forze per salvare la figlia. Quando finalmente il campo di concentramento viene liberato dall’Armata Rossa, Eva inizia il lungo cammino per tornare a casa insieme alla madre, e intraprende anche la disperata ricerca del padre e del fratello. Purtroppo i due uomini sono morti, come le donne scopriranno tragicamente a mesi di distanza. Ad Amsterdam, però, Eva aveva lasciato anche i suoi amici, fra cui una ragazzina dai...

N. 138

Una storia vera

Un convoglio deportò 230 donne al campo di sterminio. Solo 49 tornarono.

Giugno 1940: l’esercito tedesco entra a Parigi e Hitler visita la Ville Lumière.

I francesi assistono impotenti al campeggiare della svastica sui monumenti più importanti della città. E ben presto il regime mostra il suo volto più nero. Iniziano le discriminazioni contro gli ebrei, le torture ai patrioti che resistono, il furto delle principali ricchezze nazionali a beneficio dello sforzo bellico della Wehrmacht, con l’appoggio dei collaborazionisti di Vichy. Ma alcune donne coraggiose alzano la testa: Danielle Casanova, Betty Langlois, Maï Politzer, Charlotte Delbo, Georgette Rostaing, Simone Sampaix, Viva Nenni (figlia del noto politico...