Stefania Bonura


Si è laureata a Firenze in Scienze politiche. Nel 2006 ha fondato la XL edizioni, piccola casa editrice romana, che ha diretto fino al 2015. Oggi vive in Sicilia e, oltre a scrivere libri, si occupa di editing e grafica. Appassionata di storia antica e di storia delle donne, di recente ha pubblicato una biografia di Frida Kahlo. Con la Newton Compton ha pubblicato 101 misteri dell’antico Egitto che non puoi non conoscere, Le grandi donne che hanno cambiato il mondo, Le 101 donne più malvagie della storia e Alla scoperta dei segreti dell'antico Egitto.

Tutti i misteri di una civiltà affascinante

C’è sempre stato un posto d’onore per la civiltà egizia nell’immaginario collettivo di tutti i tempi, a partire dagli antichi greci.


Fin da allora la cultura occidentale si è lasciata avvincere da mummie, piramidi, obelischi, sfingi, urei, maschere d’oro, zampe di leone, serpenti, ibis, teste di sciacallo, scarabei, papiri e molto altro ancora. Ma qual è il loro vero significato? Per scoprirlo vale la pena intraprendere un lungo viaggio nel passato alla ricerca delle “innumerevoli meraviglie” d’Egitto e spingersi a curiosare nelle dimore della gente comune o nella reggia di un faraone, nel cantiere di una piramide o nella tomba di un dignitario, lungo la via processionale di un dio o nel...

Eroine nere, sciagurate, perdute e diaboliche

Tra le 101 donne sanguinarie:


Cleopatra VII
Lucrezia Borgia
Anna Bolena
Cixi (Tz’ u-hsi)
Elena Ceausescu
Giulia Tofana
Madama Cheng
Hélène Jégado
Delphine Lalaurie
Kate Bender
Louise Peete
Leonarda Cianciulli
Assunta Maresca
Ninetta Bagarella
Lilith
Circe
Abby e Martha Brewster
Eva Kant

Dietro ogni grande storia c'è una grande donna

Regine, pittrici, stiliste, scienziate, poetesse, politiche, cantanti, sportive: un viaggio nell'altra metà della storia


Chi ha scritto la grande storia non ha lasciato molto spazio ai personaggi femminili. E quando l’ha fatto, quando ne ha salvata qualcuna dall’anonimato, l’ha comunque condannata a un ruolo, o al rogo.

La verità è che molte donne hanno partecipato non solo a costruire la storia, ma in certi casi ne hanno addirittura mutato le sorti. E lo hanno fatto in molti modi, nel bene o nel male, con una corona o un seggio, con un gesto o un discorso, con un libro o un’opera d’arte, una composizione, una rappresentazione, uno scatto, un’immagine, un’invenzione, con un viaggio o...