S.S. Van Dine


pseudonimo di Willard Huntington Wright, nacque a Charlottesville (Virginia), nel 1888. Studiò in California e si specializzò all’Università di Harvard. Fu poi a Monaco e a Parigi per studiare arte. Nel 1907 iniziò l’attività di critico letterario e d’arte. Nel 1925 cominciò a scrivere romanzi polizieschi ed ebbe subito un successo straordinario. Il creatore del detective Philo Vance morì a New York nel 1939.

Edizione integrale

Quando il procuratore distrettuale Markham invita Philo Vance a trascorrere con lui un periodo di vacanza nella splendida tenuta del vecchio Carrington Rexon, Vance sospetta subito che quello sia un invito interessato: forse il vecchio Rexon si trova in una situazione difficile, e desidera avere presso di sé un buon investigatore. Vance non s’inganna: come Markham sa bene, la splendida collezione di smeraldi di Rexon è in grave pericolo... Naturalmente Vance accetta l’invito, e presto si trova a dover risolvere uno dei casi più intricati della sua lunga carriera. È questo l’ultimo romanzo portato a termine da Van Dine, ed è considerato uno dei più impeccabili.

...

Le indagini dell'investigatore Philo Vance

Philo Vance, l’investigatore creato da Van Dine, è senz’altro il più raffinato tra quelli che videro la luce negli anni Venti. Colto e affascinante, ha una sola, grande passione: l’arte. Possiede una collezione, nel suo appartamento sulla Trentottesima Est a New York, pieno di esemplari di arte orientale e occidentale. La sua figura aitante è impreziosita da un accessorio, il monocolo, che non è un semplice capriccio un po’ snob: gli serve per lavorare, per osservare tutti i possibili particolari di una “scena del crimine”. A Vance, il giornalista Van Dine arrivò costretto da una malattia che lo obbligò al riposo assoluto, durante il quale naturalmente non fece altro che leggere,...

Un ladro penetra in una casa aristocratica, contempla gli oggetti d'argento esposti nella sala e poi, per qualche motivo, sale le scale, entra nelle camere da letto e spara a due donne... Questa improbabile ricostruzione del delitto avvenuto in casa Greene non convince Philo Vance, che ingaggia una battaglia d'astuzia con il misterioso assassino, il quale sembra voler fare strage di tutti i componenti della famiglia Greene. Come sempre, Vance riuscirà a spuntarla: ma non senza dover impegnare tutte le sue facoltà...

 

Una misteriosa lettera anonima sollecita Philo Vance a recarsi, in una determinata sera, al Casinò, per assistere a un drammatico evento. E quando Vance arriva al Casinò, un uomo viene ucciso. È l'inizio della vicenda che vede Vance alle prese con uno spietato assassino, che sembra intenzionato a sopprimere, uno dopo l'altro, tutti i membri della famiglia Llewellyn. L'indagine, più estrosa e geniale che mai, metterà però alla fine allo scoperto il responsabile della catena di delitti...

In casa dei Garden, famiglia della buona società newyorkese, si ha l'abitudine di trascorrere certe serate ad ascoltare alla radio la cronaca delle corse dei cavalli, facendo scommesse. Una sera anche Philo Vance partecipa al rito, ma solo per interesse "professionale". Gli è stata infatti recapitata una lettera in cui si preannuncia che in casa Garden ci sarà un omicidio... È questo l'inizio di una catena di delitti, di cui spetta a Philo Vance districare la matassa.

Durante una delle estati più torride che mai siano capitate a New York, un misterioso caso sembra proiettare gli investigatori in un fosco e irreale regno di demoni e di superstizioni; un regno pieno di mostri e orribili vendette... Nella tenuta degli Stamm un uomo si immerge nello "Stagno del Drago" e scompare: è l'inizio di una sequela di tragici avvenimenti, e Philo Vance si trova alle prese con vecchie, terrificanti credenze.

Philo Vance entra in scena quando il playboy Kaspar Kenting scompare dalla splendida casa di Manhattan della sua famiglia. Una finestra aperta, una scala, una richiesta di riscatto... tutti gli indizi sembrano indicare che si tratta di un caso di rapimento: solo l'astuzia di Vance riuscirà a risolvere la situazione, e a salvare la vittima predestinata.

Quando il procuratore distrettuale Markham invita Philo Vance a trascorrere con lui un periodo di vacanza nella splendida tenuta del vecchio Carrington Rexon, Vance sospetta subito che quello sia un invito interessato: forse il vecchio Rexon si trova in una situazione difficile, e desidera avere presso di sé un buon investigatore. Vance non s'inganna: come Markham sa bene, la splendida collezione di smeraldi di Rexon è in grave pericolo... Naturalmente Vance accetta l'invito, e presto si trova a dover risolvere uno dei casi più intricati della sua lunga carriera. È questo l'ultimo romanzo scritto da Van Dine, ed è considerato uno dei più impeccabili.

Quando Benny Poiana, condannato a vent'anni di reclusione, evade dal carcere, si teme una vendetta nei confronti del procuratore distrettuale John F.X. Markham, responsabile del suo arresto. La sera successiva viene invece trovato ucciso Philip Allen, un lavapiatti del caffè Domdaniel. Cosa si nasconde dietro la sua misteriosa e crudele morte? Toccherà al brillante investigatore Philo Vance utilizzare al meglio l'aiuto fornito dall'ingenua Gracie Allen, sorella di Philip, e mettere insieme i pezzi del complicato mosaico.

Margaret Odell, una stella di Broadway, celebre per essere andata in scena con un costume da canarina, viene trovata uccisa nella sua elegante casa newyorkese. L'appartamento devastato e il furto di preziosi gioielli fanno pensare al delitto di un comune ladro. Eppure... Il caso si presenta difficilissimo e il procuratore distrettuale di New York chiama in suo aiuto Philo Vance perché gli dia una mano a sbrogliare la matassa.

Nel museo egizio Bliss viene rinvenuto il corpo del filantropo B.H. Kyle, con il cranio fracassato da una statuetta di Sakhmet, dea della vendetta. Quale oscuro significato nasconde il misterioso delitto, tanto più che la dea Sakhmet dovrebbe proteggere i buoni e avversare i malvagi? Il procuratore distrettuale John F.X. Markham è incaricato di risolvere il caso, ma dovrà ricorrere ancora una volta al brillante intuito e alla raffinata cultura del suo amico Philo Vance, il celebre, eccentrico investigatore di New York.

J.C. Robin, campione di tiro con l’arco, viene assassinato con una freccia nel campo di tiro situato nella villa di Bertrand Dillard, celebre fisico. Poco dopo viene rinvenuta una seconda vittima, lo studente John E. Sprigg, che portava con sé una misteriosa formula. Il procuratore distrettuale John F.X. Markham è incaricato di risolvere l’intricato caso, ma sarà solo grazie all’aiuto del suo amico Philo Vance, il brillante e acuto investigatore, che verrà scoperto l’assassino.