Edgar Allan Poe


considerato il maggior rappresentante di un nuovo genere letterario, quello cosiddetto “del terrore”, nacque a Boston, nel 1809. Rimasto orfano a due anni fu allevato dalla famiglia dello zio, di cui volle assumere il cognome, Allan. Tra il 1815 e il 1820 soggiornò in Inghilterra, poi, di nuovo negli Stati Uniti, si iscrisse all’Accademia militare di West Point, ma venne espulso per la sua condotta dissoluta. Dopo un’esistenza difficile e sofferta, morì a Baltimora nel 1849. Di Edgar Allan Poe la Newton Compton ha pubblicato Il corvo e tutte le poesie, Le avventure di Gordon Pym, Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore e il volume unico Tutti i racconti, le poesie e “Gordon Pym”.

Edizioni integrali
Traduzione di Daniela Palladini


Ogni racconto di Poe è un inquietante biglietto di sola andata per il cuore profondo dell’orrore. «Non c’è racconto degno di questo nome se dalla prima parola non suscita l’interesse del lettore che deve giungere all’ultima riga per comprendere la soluzione finale», scriveva Baudelaire.
Le dieci storie di questa raccolta, tra cui i celeberrimi Il gatto nero e Il cuore rivelatore, sono proprio così: capolavori indimenticabili nei quali il macabro s’allea col delitto, l’incubo con la follia, l’amore con la morte. Sono un labirinto, una pianta carnivora che non lascia più la preda; il lettore che, anche solo per caso, si lasci attirare dalla prima parola, non può più tirarsi indietro.

...

Prefazione di Gabriele La Porta
Traduzioni di Daniela Palladini e Isabella Donfrancesco
Edizioni integrali

«Non c’è racconto degno di questo nome se dalla prima parola non suscita l’interesse del lettore che deve giungere all’ultima riga per comprendere la soluzione finale», scriveva Baudelaire. Tutte le opere di Poe presenti in questa raccolta possiedono una simile caratteristica: il lettore che, anche solo per caso, si lasci attirare dalla prima parola, non può più tirarsi indietro ed è costretto a proseguire. In questo volume è raccolta la migliore produzione di Poe, da Ligeia a La mascherata della Morte Rossa, da I delitti della via Morgue a Lo scarabeo d’oro. Nei suoi racconti l’analisi e il ragionamento si fondono con...

Cura e traduzione di Tommaso Pisanti
Edizione integrale con testo inglese a fronte


La fama di Edgar Allan Poe è legata principalmente ai suoi celebri racconti, ma le sue poesie non sono di minor fascino e hanno assunto un preciso significato nella storia della lirica moderna. Una di esse, Il Corvo, ebbe tanto successo da procurare allo scrittore il nomignolo di «Mr. Raven» («signor Corvo», appunto). In essa compare il nero uccello simbolo dell’inquieto messaggio di Poe, sibillinamente gracchiando a tutte le domande la medesima risposta: «Mai più». Queste poesie, esaltate da Baudelaire e mirabilmente tradotte in prosa da Mallarmé, rappresentano un’anticipazione del simbolismo. Non eccedono però mai nel cerebrale, creando invece effetti...

Introduzione di Tommaso Pisanti
Traduzione di Enzo Giachino
Edizione integrale


Pubblicato inizialmente a puntate, nel 1937, sul «Southern Literary Messenger» e l’anno seguente in volume, Le avventure di Gordon Pym è l’unico romanzo scritto da Poe, l’unico resoconto narrativo di una certa estensione: esso contraddice infatti, in un certo senso, il proposito dello scrittore statunitense di raggiungere la cosiddetta «unità d’effetto» attraverso la massima concentrazione della materia. Tuttavia qualcosa lo spingeva a tentare articolazioni di più ampia misura creativa, oltre alla tentazione di mostrare come, in un’epoca dominata dai romanzi, anch’egli potesse scriverne. Con Le avventure di Gordon Pym Poe volle fondere, in un racconto di...

Racconti del mistero, dell’incubo e del terrore, racconti fantastici e grotteschi, «Gordon Pym», tutte le poesie e i saggi sulla poesia

Introduzione di Tommaso Pisanti
Edizioni integrali


Castelli diroccati, paesaggi foschi, misteriose presenze. Eroi solitari e introversi, donne diafane e sensitive che si aggirano in luoghi spettrali. Situazioni paradossali, talvolta grottesche, casi straordinari, apparizioni d’incubo e di sogno: le storie stregate di Poe sono metafore delle nostre stesse più profonde inquietudini, esplorazioni negli oscuri meandri della  psicologia umana, negli orrori malcelati di una condizione esistenziale lacerata, contraddittoria, enigmatica. La continua allusività analogica e simbolizzante, l’oniricità...