Domenico Notari


È un architetto e uno scrittore. È autore di diversi romanzi e del documentario Salerno, un archivio della memoria, per il programma di Radio RAI «Cento Lire». Ha fondato e dirige «L'officina del racconto». Ha insegnato Scrittura creativa all’Università di Salerno.

Un viaggio per comprendere gli eventi fondamentali della storia partenopea

Parte integrante del Regno di Sicilia durante l’età normanna e sveva, il Regno di Napoli nasce come entità statale nel 1282, con Carlo d’Angiò, dopo la rivolta dei vespri, che sancisce l’indipendenza dell’isola. Napoli diventa così capitale, incarnando da sola le miserie e gli splendori dell’intero reame: “l’enorme testa che poggia su un fragile corpo”. Fino alla sua caduta per mano di Garibaldi e dell’esercito sabaudo, nel 1861. Questo libro è un viaggio alla scoperta delle sue contraddizioni, che cerca di rispondere a più di un interrogativo. Quando è nata e perché attecchì la camorra? Masaniello uscì di senno o fu avvelenato? La Repubblica partenopea...