Gabriel-Aldo Bertozzi


artista, romanziere, saggista, di lingua francese e italiana, vive soprattutto a Parigi. Ha fondato nel 1980 l’Inisme, movimento d’avanguardia francese divenuto internazionale. Ha curato e presentato opere di Aragon, Cros, Picabia, Verlaine, Rimbaud. A Parigi dirige la collana “Rose des vents” per le edizioni L’Harmattan e le riviste «Bérénice» e «Plaisance» in Italia. Officier dans l’Ordre des Palmes Académiques nel 2007, l’anno successivo ha pubblicato il romanzo Retour à Zanzibar (a Parigi per le Éditions du Rocher). Per la Newton Compton ha tradotto e curato Una stagione all’inferno e le Illuminazioni di Rimbaud. 

A cura di Gabriel-Aldo Bertozzi
Edizioni integrali

Nel 1905 l’editore Pierre Lafitte, colpito dal successo del celebre detective inglese Sherlock Holmes, chiese all’amico scrittore Leblanc di creare un personaggio francese da contrapporgli. Così, con il racconto L’arresto di Arsène Lupin, subito dopo inserito con altri in volume, iniziò il ciclo. Nello stesso periodo si parlò molto in Francia delle avventure del celebre anarchico Alexandre Marius Jacob, che rubava ai ricchi e donava ai poveri, al quale pare si sia ispirato Leblanc.
Che sorta di “ladro” è Arsène Lupin? “Ladro gentiluomo” è la definizione, coniata dall’autore stesso, dell’affascinante e irraggiungibile Lupin, amato dalle donne, ammirato dagli uomini, idolatrato dai...