Il giallo di Ponte Sisto

€ 9,90

Ironico come Simenon
Geniale come Camilleri


Quando un giovane comico, Simone Rossmann, scompare, l’ispettore Ceratti è chiamato a seguire le indagini. Recatosi nell’appartamento del ragazzo, trova un vecchio disco incantato su un grammofono, che ripete la parola “morire”. La voce del disco è quella del divo del varietà del Novecento, Ettore Petrolini. Sembrerebbe una macabra coincidenza, ma le stranezze non sono finite: il palazzo in cui l’appartamento si trova è proprio quello dove aveva vissuto il grande attore romano e l’appartamento è tappezzato da sue immagini, foto e locandine. Ceratti convoca allora il suo amico libraio, Ettore Misericordia, chiedendogli come al solito un aiuto nelle indagini. Un caso così intricato, infatti, ha bisogno dell’intuito di qualcuno in grado di immergersi totalmente nella storia di inizio Novecento, senza tralasciare i dettagli più insoliti che potrebbero rivelarsi determinanti. Ha così inizio un’indagine rocambolesca, che si addentra nella vita movimentata di Ettore Petrolini, un uomo vissuto quasi un secolo prima. I misteri del passato si intrecciano con quelli del presente dando vita a un’avventura piena di colpi di scena tra palazzi e strade romane.

Un giovane comico scompare in circostanze misteriose
Un altro caso per il libraio Ettore Misericordia


Hanno scritto dei loro libri:
«Un giallo, una lunga indagine che trasporta il lettore in tutti i luoghi più belli o più segreti della capitale.»
Il Corriere della Sera

«Una lettura intrigante e coinvolgente, condita da frizzante humor che si ispira a Conan Doyle e Rex Stout.»
La Sicilia

ASIN: B07TPYY574 - Pagine: 256 - Edizione Amazon Print on Demand - Argomenti: Gialli e Thriller - Narrativa - Narrativa italiana
Condividi: 
  • Presentazione de Il giallo di Ponte Sisto

    Mercoledì 28 agosto - ore 18.00 Ostia incontra gli autori Presentazione del libro Il giallo di Ponte Sisto di Max e Francesco Morini Stabilimento L'ancora - Lungomare Amerigo Vespucci, 176 -...

Potrebbero piacerti anche...