Valerio Molinaro


è nato a Roma, nel 1984. Autore e regista teatrale, ha scritto e diretto: Allora si puòSono pulp perché mi chiamo Bukowski, Gratta gratta bang bang e un adattamento del film Nightmare before Christmas. Ha lavorato come aiuto-regista di Gino Landi in occasione dello spettacolo Il letto ovale e con Lillo e Greg in Occhio a quei due. A sei miglia da L'Avana è il suo esordio letterario.

Un caso per l'ispettore Gaston

Una corsa contro il tempo in una Roma surreale tra strani personaggi e luoghi misteriosi


In una Roma senz’anima che ha perso tutto il suo fascino, Gaston è un detective alcolizzato, alla deriva, con un’ex moglie zingara e un passato doloroso alle spalle. Attorno a lui gravitano una serie di strani personaggi: un’avida contessa, un chirurgo sospettato di tradimento, un viscido portiere, una barista asiatica.
Tutto però sembra improvvisamente cambiare il giorno in cui l’investigatore incontra Baasim, un giovane e colto immigrato appena arrivato in Italia, che ha un disperato bisogno del suo aiuto per ritrovare due sorelline arrivate insieme a lui dalla Tunisia. In un surreale e grottesco viaggio tra...

Claudio si risveglia dopo un brutto intervento in ospedale. La sua vita è stata stravolta: l’incidente automobilistico in cui è rimasto coinvolto lo ha privato, oltre che della donna che amava, anche della voglia di vivere. Mentre lui si è quasi rassegnato a una vita vissuta all’insegna dell’apatia e della sofferenza, Aurora, una poliziotta con i rasta rosso fuoco, ha deciso di reagire alla tragedia che le si è abbattuta addosso: il cruento omicidio di Sandro, il suo fidato collega di lavoro. Quando si incrociano su un aereo diretto a L’Avana, lui alla ricerca di serenità e lei di vendetta, non pensano certo che i loro destini sono destinati a intrecciarsi in maniera così salda: l’isola caraibica, invece, ha molti segreti e alcuni di essi...