Ludovico Ariosto


nacque a Reggio Emilia nel 1474. Di nobile famiglia, fu al servizio del cardinale Ippolito d’Este dal 1504 al 1517, e successivamente del duca Alfonso. Dal 1522 al 1525 resse il governatorato della Garfagnana. Si ritirò poi a Ferrara, dove trascorse gli ultimi anni della sua vita dedicandosi ai suoi interessi di letterato e umanista e rivedendo continuamente l’Orlando furioso, la cui prima edizione era uscita nel 1516.

A cura di Davide Puccini
Edizione integrale


L’Orlando furioso, il primo capolavoro della letteratura italiana scritto in italiano anziché in volgare – per merito dell’accurata revisione linguistica a cui l’Ariosto lo sottopose – rappresenta, con la sua straordinaria lunghezza di quasi quarantamila versi, un miracolo di equilibrio tra favola e realtà, tra la magica leggerezza della poesia e la sorridente ironia che ne svela la finzione. Il poema viene qui presentato in edizione integrale e con un ampio commento di Davide Puccini che consente la piena comprensione dei molteplici aspetti da cui scaturisce la sua affascinante armonia.