Eric Carter


è stato un pilota in forza alla RAF, durante il secondo conflitto mondiale combatté, oltre che a Murmansk, anche nei cieli d’Inghilterra e sul fronte del Pacifico contro i giapponesi. Dopo la guerra, è diventato ingegnere elettronico, ma ha continuato a volare come pilota civile. Recentemente è stato decorato con la Arctic Star, un’onorificenza conferitagli dopo una lunga campagna per il riconoscimento delle sue imprese belliche. Oggi è l’ultimo dei sopravvissuti alla missione segreta, ha 91 anni e vive a Belfast. 

E se non fosse andata come dicono i libri di storia?
 
Una storia vera

Lo straordinario racconto dell'ultimo sopravvissuto alla Force Benedict


Eric Carter è l’ultimo sopravvissuto ad aver preso parte a una missione segreta – nome in codice: Force Benedict – svoltasi durante la seconda guerra mondiale.
Voluta da Winston Churchill in persona nel 1941, l’operazione doveva servire a difendere la città di Murmansk, l’unico porto russo non ancora caduto nelle mani dei nazisti durante l’invasione tedesca dell’URSS. Se anche Murmansk avesse capitolato, infatti, la resistenza sovietica sarebbe stata vinta facilmente e Hitler avrebbe di nuovo concentrato tutte le sue forze sulla conquista della Gran Bretagna. Ecco perché urgeva...