Eleonora Carta


È nata nel 1974. Ha sempre creduto che sarebbe diventata un avvocato, ma alla fine degli studi universitari ha capito che i palazzi di giustizia non facevano per lei. Vive tra Torino e la Sardegna. Per la Newton Compton ha pubblicato il romanzo L’imputato e il racconto Ultima notte nella vecchia casa, incluso nell’antologia Delitti di capodanno. Delitto al museo è stato pubblicato in precedenza con il titolo La consistenza dell’acqua.

Un grande giallo italiano

Tutti gli indizi dicono che sarà un bestseller


«Ti prego vieni subito. La vogliono uccidere. Vieni al Cimitero degli Impiccati». È una giornata come tutte le altre quando l’avvocato Anna Ferrari riceve questa telefonata da uno sconosciuto. Poche parole, in un italiano incerto, che però Anna non se la sente di ignorare. Si precipita al cimitero, ma quando arriva ormai è troppo tardi: a terra giace il cadavere insanguinato di una donna. Le indagini scattano immediatamente e portano all’arresto di un ragazzo marocchino che si trovava nei pressi della scena del delitto e aveva addosso tracce di sangue. Nonostante le apparenze Anna decide di fidarsi di quel ragazzo che lavora da tempo al mercato, non ha...

9 autori, 9 misteri, 9 storie senza un colpevole

Vi trovate al caldo di un camino, mentre fuori nevica? Siete circondati da parenti e amici per festeggiare insieme a loro? Oppure vi siete concessi una vacanza alternativa?

Comunque abbiate deciso di trascorrere le feste, fatelo in compagnia di nove autori e delle loro storie, che regaleranno un brivido alla vostra quiete natalizia…
Si parte dalla Venezia del Settecento, dove Vitale Federici dovrà indagare su tre cadaveri tagliati a metà. Per arrivare a quella dei giorni nostri, dove un omicidio guasta il Capodanno a Bruno Cavallone, capo della sezione omicidi. Giorni terribili anche per Viviana Martinelli, poliziotto dell’Unità Analisi del Crimine Violento, alle prese con
Dytiscus, un...

Un grande giallo italiano

Le indagini di Giovanni Rizzo e Cesare Sermonti

In una piovosa mattina di novembre, il cadavere di Elisa Giordano giace nella cella frigorifera del museo di scienze naturali di Torino. 

Nessun segno evidente di violenza sul corpo, se non una stella a sei punte, tracciata sul petto con un oggetto poco affilato. Mentre la polizia inizia a occuparsi del caso, l’autopsia rivela che la ragazza è morta per annegamento e che l’acqua nei suoi polmoni è quella del Po. Ma la vita di Elisa pare priva di ombre: bella e riservata, divide una casa con l’amica Alessia e frequenta il museo per la sua tesi in Antropologia culturale. Il vice procuratore Rizzo e il commissario Sermonti sembrano poco interessati alla pista...

CHI È ELISA GIORDANO?

LEGGI IL PREQUEL E IL PRIMO CAPITOLO DEL NUOVO ROMANZO DI ELEONORA CARTA


Quando Elisa Giordano apre la porta dell'aula quattro, le luci sono basse e il silenzio regna sovrano. Sa che la sfuriata arriverà: Grimaldi non tollera che le sue lezioni siano interrotte. Elisa sa anche che dopo quell'incidente il professore si rifiuterà di certo di concederle la tesi… Eppure nulla accade, di quanto la ragazza ha temuto. Seduta in prima fila, osserva ora affascinata la sequenza di immagini, in cui reticoli di linee si sovrappongono a formare triangoli che passano per Torino, mentre Grimaldi commenta le varie interpretazioni che nei secoli sono state elaborate a partire da quel disegno. Quando lascia quella penombra e...