Édouard Schuré


nacque a Strasburgo nel 1841. In Italia, dove soggiornò tra il 1871 e il 1873, si innamorò di una donna di origine greca che, durante un viaggio in India, era stata iniziata alle cosiddette scienze occulte. Fu saggista, drammaturgo e poeta, ma il suo nome è legato soprattutto alle opere nelle quali elaborò un suo sistema filosofico ed esoterico, simile per alcuni aspetti alla teosofia di Steiner: tra di esse I grandi iniziati è certamente la più celebre. Morì a Parigi nel 1929.

Rama, Krishna, Ermete, Mosè, Orfeo, Pitagora, Platone, Gesù.
Breve storia segreta delle religioni

Introduzione di Emanuele Trevi
Traduzione di Nicoletta Rosati Bizzotto

Edizione integrale

«Il mondo non ha mai conosciuto uomini d’azione più grandi», scriveva Schuré a proposito dei grandi iniziati. E proseguiva: «Di loro, Rama non lascia scorgere che l’ingresso del tempio, Krishna ed Ermete ne danno la chiave, Mosè, Orfeo e Pitagora ne mostrano l’interno, Gesù Cristo ne costituisce il tabernacolo». In questo libro Édouard Schuré ripercorre la storia dei fondatori dei «misteri», collegandone gli insegnamenti in modo suggestivo, tale da far emergere un unico grande disegno, una religione «universale». «In questo libro il lettore...