Edmondo De Amicis


(Oneglia 1846 - Bordighera 1908), dopo aver tentato a quattordici anni la fuga da casa per raggiungere i Mille di Garibaldi, intraprese la carriera militare partecipando anche alla terza guerra d’indipendenza. Raggiunse notorietà letteraria con i bozzetti di Vita militare (1868) riconfermandosi poi come scrittore affermato con Cuore e con moltissimi racconti di viaggio.

Introduzione di Marcello D’Orta
Edizione integrale


Tra la sua pubblicazione, nel 1886, e l’inizio del nuovo secolo, Cuore vendette un milione di copie, cifra considerevolissima per l’Italia dell’epoca. Da allora il capolavoro di De Amicis non ha smesso di commuovere e di educare diverse generazioni di adolescenti restando, dopo Pinocchio, il libro italiano per ragazzi più tradotto al mondo. Perché, anche se in oltre un secolo tanti aspetti esteriori sono cambiati (il linguaggio, il modo di vestire, gli strumenti del fare scuola), qualcosa permane di duraturo e di più forte delle mode: si va tuttora a scuola, e tuttora si rinnova il difficile dialogo tra figli e genitori, ma soprattutto sono senza tempo i valori che questa «storia di un...