La peggio gioventù

€ 12,00

La Banda della Magliana non è mai stata raccontata così

La genesi della Banda della Magliana

La leggenda e i segreti del più potente impero criminale di Roma


Roma, 18 ottobre 1972. In un bar del quartiere popolare di Tor Marancia è radunato un gruppo di amici, la piccola malavita che controlla i traffici della zona. Sergio, ex promessa del pugilato, è il capo indiscusso. La sua parola è legge nella borgata. Improvvisamente una Fiat 125 si ferma davanti al locale e i colpi di arma da fuoco saturano l’aria. Un episodio di cronaca nera che occuperà le prime pagine dei giornali dell’epoca, destando allarme in una città che si è ormai lasciata alle spalle gli anni della dolce vita ed è attraversata da una spirale di violenza incontrollabile. A infiammare lo scontro tra le bande ci pensa lo spietato e sanguinario Danilo, detto il Camaleonte, che anni dopo compirà un salto decisivo nella sua carriera criminale, entrando a far parte della famigerata Banda della Magliana. Alle vicende dei due rivali si intrecciano, anche sentimentalmente, quelle drammatiche di Chiara e Fabiana, ragazze perdute dal destino già segnato. Un romanzo unico e straordinario che racconta la storia della peggio gioventù, i protagonisti di quella generazione spregiudicata che, tra la fine degli anni Sessanta e gli anni Settanta, ha trasformato per sempre il volto della città eterna.

Una nuova generazione di criminali cresce nelle periferie
Sono quelli della peggio gioventù, e vogliono conquistare Roma


«Incalzante come un action movie, minuzioso nelle ricostruzioni, “affettuoso” nella descrizione dei personaggi.» 
Enzo Lavagnini, Bookciak Magazine

«Un romanzo d’esordio disarmante per bellezza e armonia. Da leggere tutto d’un fiato.»

ISBN: 978-88-541-9754-1 - Pagine: 256 - Nuova Narrativa Newton n. 697 - Argomenti: Thriller
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...