Il club dei filosofi che volevano cambiare il mondo

€ 4,99

Cambridge, 1812. Quattro brillanti studenti universitari – William Whewell, John Herschel, Charles Babbage e Richard Jones – scoprono di avere in comune l’amore per la scienza, oltre che per il buon cibo e le grandi bevute. Al loro primo incontro ne seguono altri, ogni domenica mattina, fino all’istituzione di un vero e proprio Club dei filosofi. Ispirandosi al metodo induttivo di Bacone, i quattro amici si propongono di rivoluzionare il concetto di scienza, portandola fuori dai polverosi ambienti accademici per metterla al servizio dell’umanità e delle classi sociali meno agiate. In cinquant’anni di amicizia, dibattiti, invenzioni, successi e fallimenti, questi straordinari pensatori riescono a mettere in atto una profonda trasformazione della scienza. La loro storia è quella di un grande sogno, e dell’incredibile legame umano e professionale che li unì. Il ritratto affascinante di un’epoca di importanti innovazioni e scoperte scientifiche destinate a cambiare per sempre il mondo.

La storia di quattro uomini straordinari e delle loro intuizioni rivoluzionarie

I membri del Club dei filosofi:


William Whewell
studiò la scienza delle maree. Fu lui a coniare la parola “scienziato”
Charles Babbage, genio della matematica, gettò le basi per l’invenzione del computer
John Herschel realizzò la mappa stellare dell’emisfero sud e contribuì all’invenzione della fotografia
Richard Jones ridisegnò i confini della scienza dell’economia

 

ISBN: 9788854129283 - Pagine: 384 - narrativa n. 212 - Argomenti: Filosofia - Scienza - Narrativa straniera - Narrativa
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...