I figli segreti di Hitler

€ 9,90

Una storia vera che devono sapere tutti

La vera storia del progetto Lebensborn, il più agghiacciante esperimento dei nazisti


A soli 9 mesi, Erika Matko viene sottratta alla sua famiglia in Jugoslavia e trasferita in Germania per essere inserita all’interno di uno degli esperimenti più agghiaccianti condotti dal nazismo: il Lebensborn, un programma che prevedeva la creazione di una nuova razza ariana.
La piccola Erika era stata selezionata perché, contrariamente ai suoi fratelli, aveva occhi azzurri e capelli biondi, ed era quindi considerata – secondo gli standard dei nazisti – ariana. La bambina viene affidata a dei genitori adottivi, che la ribattezzano Ingrid von Oelhafen, nascondendole la sua origine. Solo molti anni dopo Erika/Ingrid viene gradualmente a conoscenza della verità. Da quel momento, comincia il calvario per cercare la sua vera famiglia, un doloroso viaggio che passerà attraverso la scoperta delle atrocità commesse dai nazisti in nome del Lebensborn: il rapimento di decine e decine di migliaia di bambini destinati al programma e l’uccisione di molti altri che non rientravano negli standard previsti. Una volta arrivata nel suo paesino d’origine, però, Erika non troverà ancora pace: verrà a sapere che un’altra donna ha utilizzato il suo nome e ha vissuto la sua vita…

L’orrore non finisce mai.
Dalle parole di chi lo ha vissuto.


«Scioccante… ho dovuto prendere dei momenti di pausa durante la lettura per riflettere. Questo è un importante documento, che chi si interessa alla storia del Terzo Reich o chi si preoccupa del disastroso impatto delle politiche basate sul concetto di supremazia ha il dovere di leggere.»

«In un’epoca in cui quasi niente riesce a sconvolgere le coscienze occidentali, scopriamo che c’è ancora molto per cui sconvolgersi nelle storie vere. E la storia di Ingrid è dolorosamente vera. I figli segreti di Hitler è un libro che non dimenticherete in fretta dopo aver letto l’ultima pagina.»

ISBN: 9788854178847 - Pagine: 256 - I volti della storia n. 342 - Argomenti: Storia
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...