Tutti i difetti che amo di te
L'autore

È nato nel 1936, avvocato penalista, magistrato, è Presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione. È stato giudice istruttore in alcuni dei più importanti casi di cronaca degli ultimi anni, tra cui il rapimento di Aldo Moro, l’omicidio di Vittorio Bachelet, l’attentato a Giovanni Paolo II. Grand’ufficiale dell’ordine al merito della Repubblica italiana, ha ricevuto diverse onorificenze in patria e all’estero per il suo impegno civile. È stato anche senatore, prima nelle liste del PDS e poi del PD. È autore di numerosi saggi, tra cui ricordiamo Vaticano. Un affare di Stato e, con Sandro Provvisionato, Doveva morire e Attentato al Papa. La Repubblica delle stragi impunite ha vinto il Premio Roma 2013 per la saggistica. Con la Newton Compton ha pubblicato anche I 55 giorni che hanno cambiato l'Italia e L’Italia segreta dei sequestri. Per saperne di più potete visitare la sua pagina Facebook.

Guarda Ferdinando Imposimato ospite di Porta a Porta - 6 maggio 2013 - dal minuto 31'40'' e da 1h10'
Guarda l'autore ospite di La vita in diretta - 6 maggio 2013 - dal minuto 1h 56' e da 2h11''

dello stesso autore:

Ferdinando Imposimato
La Repubblica delle stragi impunite

Invia ad un amico twitter condividi Anobii

ISBN 978-88-541-4101-8
Pagine 384
Euro 9,90



Controcorrente n. 96

Argomenti: Storia - Politica

I documenti inediti dei fatti di sangue che hanno sconvolto il nostro paese

La storia recente dell’Italia è attraversata da una lunga linea rossa, che va dalla bomba di piazza Fontana alle morti di Falcone e Borsellino.

Terribili eccidi di persone innocenti, sacrificate a trame segrete e oscure ragioni di Stato. Stragi ancora impunite, che hanno avvelenato il clima politico e sociale del nostro Paese e aumentato la sfiducia del popolo italiano verso le istituzioni. Ferdinando Imposimato – giudice da sempre in prima linea, che durante la sua carriera ha indagato su alcune delle pagine più drammatiche della parabola repubblicana – ricostruisce, con documenti inediti e una originale visione d’insieme, i fatti di sangue orditi da terroristi di destra e di sinistra, servizi segreti deviati, bande armate. Un’analisi lucida ed efficace, che non può non sollevare degli angoscianti interrogativi: quale ruolo ha avuto la politica nella stagione delle stragi di Stato? Perché alcuni uomini delle istituzioni hanno favorito quelle menti criminali? Quale collegamento esisteva tra la strategia della tensione e Gladio, tra gli americani e gli attentati che hanno drammaticamente caratterizzato gli anni di piombo e quelli a seguire?

Una rivoluzionaria indagine sulle pagine più oscure della storia italiana

Siete pronti per la verità?

«Le verità d’Italia oltre i tribunali: Il saggio di Ferdinando Imposimato, un nobile tributo alla memoria».
Antonio Ferrari, Corriere della Sera

«La Repubblica delle stragi impunite non si limita a elencare i fatti di sangue che hanno sconvolto il nostro Paese e riesce invece a offrire una visione d'insieme di quanto accaduto, grazie a una vasta documentazione finora inedita. Si tratta di materiali (verbali, note, sentenze, deposizioni) rimasti secretati per decenni e "liberati" soltanto otto mesi fa che, finalmente consultati e analizzati, con l'esperienza e la memoria del testimone diretto, hanno permesso all'autore di annunciare le "novità" scaturite da quelle carte.» 
Silvana Mazzocchi, La Repubblica

«Con il solito coraggio, e con la consueta passione documentale, Ferdinando Imposimato ha ora deciso di rileggere i troppi disastri della cosiddetta strategia della tensione. In La Repubblica delle stragi impunite il giudice campano reinterpreta alcune stragi impunite focalizzando l’attenzione sul ruolo svolto da servizi segreti, uomini politici, e da una struttura politico-militare segreta ancora poco indagata: Gladio (Stay Behind).» 
Il Sole 24 Ore

«È un libro non di ipotesi e di ricostruzioni ma di documenti. Molti dei documenti trovati, consultati, pubblicati, erano inediti, o almeno non noti e non utilizzati nel contesto di questa indagine sulle indagini. I nomi, che di solito non ci sono, qui ci sono tutti, e non solo nel senso tradizionale di “lista dei colpevoli”, ma in quello, a volete assolutamente inedito, della “lista delle autorità o parti dello Stato coinvolte”.»
Furio Colombo - il Fatto Quotidiano

«La repubblica delle stragi impunite occupa un posto unico in quel tipo di letteratura che da tempo ormai ripropone come romanzo la narrazione dei fatti veri. Qui l'alterazione manca del tutto, il verbale è integro, le frasi vere. Eppure la narrazione tiene col fiato sospeso benché di tutto si conosca la fine, o meglio, il buio in cui alla fine precipitano, fra ambiguità, ritrattazioni, rovesciamento di sentenze e segreti di Stato. Tiene col fiato sospeso perché sai che stai partecipando a un segmento della Storia della Repubblica che avviene adesso, mentre leggi, mentre vorresti entrare nel corteo che chiede finalmente legalità.»
Furio Colombo, Il Fatto Quotidiano

«Ferdinando Imposimato ha passato in rassegna le stragi accadute nel nostro Paese, dandocene, finalmente, una descrizione completa e veritiera.»
Giuseppe Casarrubea



Tra i temi trattati nel libro:

* Gli albori della strategia della tensione
* Il grande enigma di via Sicilia
* Le bombe del ’69
* Le borse e i timer delle stragi
* Occhi puntati su Feltrinelli
* Le stragi del ’74
* L’ambiente in cui maturò la strage di Bologna
* L’attentato dell’Addaura
* La strage di Capaci e la Falange armata
 



Guarda l'autore ospite di I Fatti Vostri - 11 dicembre 2012
Guarda l'autore ospite di Brontolo - Rai 3 - 12 novembre 2012
Guarda l'autore ospite di Unomattina - Rai Uno - 19 novembre 2012 - dal minuto 6'46'' 
Ascolta l'autore intervistato da Loredana Lipperini su Fahrenheit - Radio 3 - 14 novembre 2012