Il comandante di Auschwitz

€ 4,90 € 3,92

Una storia vera
Le vite parallele del più spietato criminale nazista e dell’ebreo che riuscì a catturarlo 

Alla fine della seconda guerra mondiale, viene creato un pool investigativo per scovare e assicurare alla giustizia internazionale i gerarchi nazisti responsabili delle atrocità dell’Olocausto.

Uno dei migliori investigatori del gruppo è Hanns Alexander, ebreo tedesco rifugiatosi in Gran Bretagna per sfuggire alle persecuzioni delle SS, e in seguito arruolatosi nell’esercito inglese. Il suo nemico numero uno si chiama Rudolph Höss, il terribile comandante di Auschwitz, responsabile del massacro di oltre un milione di persone e freddo esecutore della “soluzione finale” voluta da Hitler. Ma Höss, che dopo la guerra vive sotto falsa identità, è una preda difficile da stanare, e Hanns dovrà giocare d’astuzia e agire con determinazione per riuscire a catturarlo. Questo libro – scritto dal pronipote di Alexander, ignaro dell’avventuroso passato del prozio fino al giorno del suo funerale, nel 2006 – racconta una sconvolgente pagina di storia: le vite parallele di due tedeschi. Un ebreo e un nazista destinati a incrociarsi in circostanze incredibili, fino alla resa dei conti finale.

Alla fine della seconda guerra mondiale, viene creato un pool investigativo per scovare i gerarchi nazisti responsabili delle atrocità dell’Olocausto. Questa è la storia vera della vita e della cattura del più spietato di loro.

«Avvincente come un thriller: un crimine inconfessabile, una ricostruzione lucida e dettagliata, un racconto necessario.»
John le Carré

«Una storia vera sulla guerra. Il comandante di Auschwitz è una lettura avvincente e commovente, scritta con una grande accuratezza e un’infinita compassione.»
The Bookseller

ISBN: 9788854186651 - Pagine: 352 - Fuori collana n. 141 - Argomenti: Storia - Saggistica - Narrativa - Narrativa straniera - Narrativa storica
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...